Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre-Ottobre 1997 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Fidanzate, mogli e amanti

Anche le parole hanno il loro sapore, che può cambiare col tempo: prendiamo per esempio la parola "fidanzata o "fidanzato" che fino a qualche decennio fa aveva, retaggio ottocentesco, il sapore dell'attesa trepidante, della tenerezza misteriosa per il risveglio o la scoperta di un sentimento che intimoriva ed eccitava.

Il tempo del fidanzamento era una fase della vita, una specie di limbo dorato durante il quale lui poteva venire a casa, incontrare i genitori, restare a cena e passeggiare in giardino mano nella mano parlando di futuro.

"Ti presento la mia fidanzata!", mi giro e il vecchio amico di scuola che non vedevo dalle medie e che sapevo sposato, separato e nonno, mi indica una fanciullina anoressica, tutta occhi, vestita come un guru che gli si abbarbica addosso fra il timido e il viperino.

Lui sembra felice, lei è sicuramente preoccupata.

Non trovo più nella papilla rivelatrice il sapore della parola fidanzata.

Un tempo si diceva con meno ipocrisia, amante anche se questa parola suscitava immagini di femmine avvolte da abiti lustri di raso, di sigarette fumate con lunghi bocchini e di ciglia appesantite da denso mascara: leggermente virago, l'amante era creatura bella e misteriosa e le mogli quando sentivano la parola "amante" avevano un sussulto come se fossero punte da uno spillone. L'amante uomo, anche lui, rientrava nel tipo "libertino", ballerino e buon parlatore si impomatava di brillantina, arrivava in fuoriserie e offriva sigarette da un astuccio prezioso come una "trousse", d'oro naturalmente.

Gli amanti non ci sono più, scomparsi col mascara, il raso dell'abito e la trousse, nel fumo azzurrino delle loro sigarette.

Ora c'è la compagna o il compagno: anche per questa parola di uso comune la mia papilla gustativa entra in crisi.

Compagno di scuola era Garrone nel libro "Cuore" o Assunta con la quale ho condiviso il banco per tutto il tempo della scuola, oppure compagno era, da subito dopo la guerra, l'operaio sotto casa col fazzoletto rosso al collo che andava tutte le sere alle riunioni della cellula e in cucina aveva il ritratto di Stalin.

Le connotazioni scolastiche e ideologiche non contano più, oggi il compagno è quello che vive con una donna o con un uomo provandone amore!

Oltre al significato stravolto c'è qualcosa d'altro che mi si ingavina e su cui sorvolo, altrimenti mi dicono che sono una sporca reazionaria.

Se la parola fidanzata ha assunto un tono irridente e sarcastico, marito e moglie sono parole diventate addirittura ridicole permeate di un'ebbrezza volatile che può durare un giorno o poco più.

╘ come se si avesse fretta di uscire dal ruolo di marito o di moglie per riassaporare l'essere fidanzati per un po', magari il tempo di una vacanza alle Maldive, e poi cercare con accanimento un compagno.

Duri quello che vuol durare, tanto di compagni ce ne sono quanti ne vuoi! Ma non parliamo di amanti, non sta bene !!

Ivana Baldassarri


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Editoriale:
Giornali e Piramidi

<
  Lo Spazzino e le Piramidi
<
  Vedere la città con occhi diversi
<
  Dialogo o monologo?
<
  J'ignorant dla ‘Cultura'
<
  Mo che Piramidi... d'Egitt
<
  Le scultur giù pel Cors
<



TuttoPesaro  
  Ricordo di una strada:
Viale Zara

<
  L'angolo della piazza
<
  Proverbi pesaresi
<



TuttoFano  
  'Il Porto della Fortuna':
un romanzo di Alfredo Chiàppori

<
  Fano tra poesia e storia:
Vita di marinai

<
  Cronache di un ciclista:
Il leone osservatore

<



Opinioni e Commenti  
  Spettacolo:
è ora di cambiare

<
  Le zingare esaltano la cultura di un popolo
<
  Lettera a un bambino mai nato
<
  Santa Maria delle Fabbrecce:
il giro maledetto

<
  Come cambia l'esame di maturità
<
  Fidanzate, mogli e amanti
<
  Anoressia
<
  Contro la libertà di parcheggio
<
  Missi la pacificatrice
<
  Una corretta alimentazione
per prevenire le malattie

<



TuttoSport  
  La nuova Scavolini
e la torre di Babele

<
  E adesso il 'play'
<



Consumatori  
  I consigli dell'ACU
<
  Federconsumatori: Cerchi lavoro? Allora paga
<
  Gli animali più uguali degli altri
<



Lettere e Arti  
  Danger Sayst
<
  Io, John e la puttana di John
<
  Aforismi
<
  Variazioni su un tema
di Karl Kraus

<
  Ballata per un'amica
<
  Un ragazzo di paese
(2a parte)

<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa