Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre-Ottobre 1997 / Consumatori
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

I consigli dell'ACU

- Assicurazioni

Fasi attraverso le quali l'utente dovrebbe maturare una decisione assicurativa:

1) analisi dei bisogni assicurativi

2) fissazione di priorità

3) esame accurato dei prodotti

Analisi dei bisogni assicurativi: consiste nel valutare, con riferimento a se stessi, alla propria attività, alla propria famiglia, quali sono i rischi più temuti e frequenti, nonché la gravità delle eventuali conseguenze.

Priorità: non è economicamente possibile assicurarsi per tutto, quindi bisogna scegliere le coperture di cui si ritiene di non poter fare a meno.

Esame dei prodotti: bisognerà valutare tutti gli aspetti, premi, sconti, durata del contratto, esclusioni, limiti al risarcimento, vantaggi fiscali.

Ho parcheggiato la mia autovettura in strada ed è stata danneggiata da un'auto che è andata a sbattere contro una moto che procedeva in senso contrario. Chi mi deve pagare?

In questo caso non sarà necessario risalire all'effettivo responsabile dell'incidente. Infatti a risarcire i danni subiti sarà la compagnia con cui è assicurato il veicolo che ha urtato contro l'auto in sosta. Le compagnie di fatto rinunciano a discutere sulla responsabilità dei propri assicurati e si impegnano a risarcire il danno a chi è rimasto coinvolto senza colpa.

- Banche

Le banche sono giuridicamente degli enti privati, quindi hanno piena libertà di contrattazione sia in materia di tassi che riguardo a tutte le altre condizioni bancarie. E' pienamente legittimo che la stessa quantità di denaro depositato in una banca venga remunerato in modo diverso da un'altra banca. E' altrettanto normale che le aziende di credito lucrino sulle varie operazioni bancarie perché le banche sono e devono rimanere aziende che, oltre che effettuare un servizio all'utente, producono un utile per chi ha scelto di investire un certo capitale. Dalle aziende di credito, invece, si esigono patti chiari e determinati in ogni rapporto bancario fra utente ed azienda. In una parola si esige "trasparenza".

 

Il Caso: Il telefonino in umido

Il signor Santini R. di Pesaro, acquistava nel giugno 1996, presso i magazzini Pellegrini Spa di Fano, un telefono cellulare Motorola per l'importo di 969.000 lire. A distanza di qualche settimana, il consumatore riscontrava la non funzionalità dell'apparecchio e lo riconsegnava per una verifica al centro di assistenza di Senigallia. Dalla verifica emergeva che nel telefonino erano presenti liquidi non identificati e che la riparazione non poteva essere eseguita. Il consumatore, giustamente, richiedeva la sostituzione del telefono, essendo in garanzia, senza ottenerla. La Società Pellegrini si rendeva disponibile, in via del tutto eccezionale, a sostituire la scheda elettronica dell'apparato al prezzo di 350.000 lire + Iva.

Tale comportamento ci sembra illegittimo. Infatti la Società Pellegrini ha escluso la garanzia per i vizi del prodotto, ma su che basi? E' stato forse accertata la natura dei liquidi e la causa del loro assorbimento? Per la ditta la causa è inspiegabile e conseguentemente non è soggetta a garanzia. In caso di imperfezioni, alterazioni o difetti che rendono inidoneo il prodotto all'uso a cui è destinato, il consumatore può legittimamente chiedere la risoluzione del contratto e la restituzione della somma pagata, ovvero la riduzione del prezzo di acquisto e anche il risarcimento del danno. Pertanto l'Associazione Consumatori Utenti citerà in giudizio la Società Pellegrini per l'accertamento del diritto a favore del consumatore Santini R.

IL DECALOGO DEL CONSUMATORE CONSAPEVOLE

1 Ogni scelta di consumo va ben ponderata. Evitare di fare acquisti d'impulso; preparare con calma la lista dei prodotti da comprare e programmare sempre le proprie spese.

2 Prima di scegliere il prodotto da acquistare, leggere con attenzione le etichette, i depliants e ogni documento che ne illustri qualità e caratteristiche. Preferire a parità di prezzo, i prodotti più ricchi di informazioni utili.

3 Prima di acquistare un bene durevole (ad esempio una lavabiancheria), stabilire con la maggior precisione possibile i propri bisogni, quindi confrontare più modelli di marche diverse.

4 Prima di ogni acquisto accertarsi sempre sulle condizioni di garanzia scritte!

5 Privilegiare l'acquisto di prodotti e beni ottenuti con tecniche che salvaguardino la tutela dell'ambiente e della terra, il risparmio energetico e realizzati senza lo sfruttamento della manodopera minorile (ad esempio molti prodotti "made" in paesi del terzo mondo sono fabbricati senza il rispetto delle clausole sociali).

6 Essere accorti e prestar sempre molta attenzione alle vendite promozionali, di fine stagione e agli acquisti a rate. Diffidare sempre di chi presta i soldi a poco, accertarsi della serietà della società finanziaria... potrebbe nascondersi un usuraio!

7 Prima di firmare un qualsiasi contratto o impegno, leggere attentamente; non firmare niente se non si capisce con chiarezza. Ogni dubbio va chiarito prima della firma. Diffidare sempre di chi, con qualunque scusa, vi impone di firmare subito. Anche i contratti prestampati possono essere modificati prima della firma, purché le modifiche vengano firmate anche dalla controparte.

8 Anche i fornitori di servizi (ENEL, Telecom, Poste,...) hanno precisi obblighi verso gli utenti. ogni servizio deve assicurare: qualità, prezzo noto, efficienza, sicurezza, tempi di realizzazione chiari, e così via. Nel caso il fornitore non rispetti le attese è necessario far valere i propri diritti cominciando con l'inviare un raccomandata A.R. di reclamo, indirizzata per conoscenza anche ad ACU.

9 Conservare sempre gli scontrini fiscali, le ricevute e ogni altro documento fino a quando non si dispone del prodotto o si utilizza il servizio. Certi documenti si devono conservare per almeno 5-10 anni!

10 Utilizzare una agenda "famiglia" per indicare le proprie entrate e uscite, e rivedere nel tempo le variazioni di spesa del proprio bilancio.

Il consumatore consapevole è quel cittadino che è in grado di orientare con i propri acquisti le scelte delle imprese!

a cura di ACU - Associazione Consumatori Utenti
Via Barignani 5, 61100 Pesaro
Tel. 0721/33104-332995

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Editoriale:
Giornali e Piramidi

<
  Lo Spazzino e le Piramidi
<
  Vedere la città con occhi diversi
<
  Dialogo o monologo?
<
  J'ignorant dla ‘Cultura'
<
  Mo che Piramidi... d'Egitt
<
  Le scultur giù pel Cors
<



TuttoPesaro  
  Ricordo di una strada:
Viale Zara

<
  L'angolo della piazza
<
  Proverbi pesaresi
<



TuttoFano  
  'Il Porto della Fortuna':
un romanzo di Alfredo Chiàppori

<
  Fano tra poesia e storia:
Vita di marinai

<
  Cronache di un ciclista:
Il leone osservatore

<



Opinioni e Commenti  
  Spettacolo:
è ora di cambiare

<
  Le zingare esaltano la cultura di un popolo
<
  Lettera a un bambino mai nato
<
  Santa Maria delle Fabbrecce:
il giro maledetto

<
  Come cambia l'esame di maturità
<
  Fidanzate, mogli e amanti
<
  Anoressia
<
  Contro la libertà di parcheggio
<
  Missi la pacificatrice
<
  Una corretta alimentazione
per prevenire le malattie

<



TuttoSport  
  La nuova Scavolini
e la torre di Babele

<
  E adesso il 'play'
<



Consumatori  
  I consigli dell'ACU
<
  Federconsumatori: Cerchi lavoro? Allora paga
<
  Gli animali più uguali degli altri
<



Lettere e Arti  
  Danger Sayst
<
  Io, John e la puttana di John
<
  Aforismi
<
  Variazioni su un tema
di Karl Kraus

<
  Ballata per un'amica
<
  Un ragazzo di paese
(2a parte)

<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa