Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2009 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Questioni di lingua: Gli sms del Medioevo

TVB = ti voglio bene, TPT = ti penso tanto, QND = quando, X = per, C6? = ci sei?, 6 ^ x = sei super, NN = non…
Gli Sms: una moderna opportunità di comunicazione o un imbarbarimento dell’antica arte della scrittura? E’ giusto affidare pensieri, emozioni, sentimenti a parole smozzicate, a intrecci grafico-fonici, a tentativi di rappresentazione grafica della pronuncia che sembrano tanti oltraggi all’armonia e alla pienezza delle forme della nostra lingua? Insomma: è una “disinvoltura parlata”, che privilegia la brevità, il telegrafico, o un flagello da combattere, l’ennesimo misfatto della globalizzazione?
Sentiamo Dacia Maraini: “Ormai c’è un tale tasso di ignoranza che, se uno si sforza di scrivere, è comunque un bene”. E Gianrico Carofiglio: “Penso che gli Sms enfatizzino il gergo dei giovani, il loro linguaggio scattante, asciutto, fantasioso, per cui non mi sento di demonizzarli”. Sulla stessa linea di giudizio Luca Serianni, il quale non vede nessun pericolo imminente per la nostra lingua. Addirittura Flavio Soriga pensa a quanti Sms avrebbe prodotto Italo Calvino, “lui che si dilettava a giocare con la lingua e con gli errori”, a mescolare gli stili, e che detestava l’italiano iperletterario. Proprio per discutere questi problemi, l’Accademia della Crusca ha organizzato, nell’ambito della rassegna “Il Genio Fiorentino”, un convegno di studi assai seguito.
Proviamo a chiarire. Innanzitutto i “messaggini” del nostro tempo non rappresentano una novità in assoluto. Un simile tipo di scrittura fu realizzato nel Medioevo, quando il costo altissimo della pergamena e del lavoro dei copisti rese necessaria tutta una serie di abbreviazioni che ritroviamo nei testi classici e cristiani, oltre che nelle epigrafi, che quell’età ci ha tramandato. AIA, sormontato da un trattino, vale “anima”. QDO si legge quando, “per” è rappresentato da una p con la gamba troncata. La figura di un pesce richiama il termine greco ichthùs che, interpretato come acronimo, suggeriva ai primi cristiani il nome del Redentore. E così via discorrendo, anzi sincopando…
Questo discorso dovrebbe almeno contribuire a scoraggiare dispute in gran parte inutili. Ma c’è dell’altro. La brevità del testo, la rapidità di composizione, l’esigenza della sintesi, il “prosciugamento” del vocabolario, giocano tutti in favore di uno scrivere spedito ed essenziale, che sembra appartenere al futuro del Futurismo e al suo sogno di velocità. D’accordo, purché non si esageri. Purché non diventi questa la sola forma di scrittura e non si perda il contatto con la lingua scritta. Compromettere la coscienza della nostra identità storico-culturale sarebbe inammissibile: l’ultima delle calamità per il Paese.

Alfredo Prologo


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  Fiorenzo Giammattei: Il piacere della gola
<



Frammenti d'Estate  
  La Petite Messe
<
  I ragazzi "e-e"
<
  La pantera in bicicletta
<
  Festa della Trebbiatura
<
  Concerti al tramonto
<



Tutto Pesaro  
  No alle ronde!
<
  Juri Fazi: Judo e gelati
<



Tutto Fano  
  Tutti i corsi di Fano Ateneo
<
  Festival Internazionale del Brodetto
<
  La Fano dei Cesari
<
  Miss Fano 2009
<



Opinioni e Commenti  
  I profumi perduti del Mercato delle erbe
<
  La brigata del brodetto
<
  Gli animali come terapia
<
  Progetto donna sicura
<
  Julia Butterfly Hill a Pesaro
<
  Le truffe agli anziani
<
  Confartigianato: nasce il contratto di rete
<



Storia  
  I 'marines' italiani a Tripoli
<
  Pasqualon e la Grande Guerra
<



Tutto Sport  
  Le regine del beach volley
<
  Scavolini-Spar:
Il triangolo americano

<



Mostre  
  Gli acquerelli di Franco Fiorucci
<
  Paolo Icaro: 'Biografia ideale'
<
  La natura di Virginio Ridolfi
<
  Roberto Recanatesi: Sogno di Pesaro
<
  Leonardo Nobili: Percorsi del silenzio
<
  Roberto Lugli: Giocando seriamente
<



Lettere e Arti  
  Il 62° Festival dei GAD
<
  Corsi all’Actors Studio di Pesaro
<
  Visti da vicino: La moglie giapponese di Balthus
<
  Hugo Aisemberg saluta Pesaro
<
  Quello che ama gli uccelli
<
  Un concorso letterario: L’Istria e la sua storia
<
  Le parole narrate
<
  Questioni di lingua: Gli sms del Medioevo
<
  Poesie
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa