Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2001 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Dalla 'palla al cesto' al basket
Incontro con Carisio Paolini
Nel quartiere pesarese di Montegranaro, in Via Augusto Righi, abita Carisio Paolini, allenatore benemerito della F.I.P. (Federazione Italiana Pallacanestro). Ha speso la sua vita dedicandola alla ricerca di giovanissimi cestisti, tanto da meritarsi il premio “Una vita per lo sport” (1998) dal Panathlon Club. Nato a Pesaro il 16 marzo 1928, ex impiegato alla Direzione Provinciale del Tesoro, ex consigliere e vice-presidente regionale F.I.P. ha contratto il morbo del basket (o della “palla al cesto”, come si chiamava una volta) frequentando la palestra Carducci, il primo campo da gioco della Victoria Libertas, che era ubicato vicino casa sua. Erano i tempi eroici dei tabelloni fissi alle pareti e il pallone usato per la partita neppure tanto tondo; ma in questa palestra, nel campionato nazionale di Serie B (1948), ebbe inizio la sfida infinita tra Pesaro e Milano che nel 1988 ha avuto come epilogo sportivo la conquista da parte della Victoria Libertas del primo scudetto. Dalla palestra Carducci (1947) al campo aperto di Viale della Vittoria (1950) per finire con l'hangar di Viale dei Partigiani (1957) Carisio Paolini ha vissuto, come membro federale e tifoso, la storia sportiva della Vuelle e nella sua mente come in un flashback rivive le imprese dei vari Riminucci, Bertini, Daye, Magnifico per citare solo alcuni nomi; non era presente invece il 10 ottobre 1955 in Piazza San Pietro, quando di fronte al Pontefice Pio XII, la Victoria Libertas vinse il titolo italiano giovanile per 104 a 87 contro la Stella Azzurra di Roma.
Carisio Paolini è stato, dopo il mitico Agide Fava, il più grande allenatore di squadre giovanili e ha valorizzato il CAMB (Centro Addestramento Minibasket) voluto da Michele Scrima nel 1967 per avere più giovani da selezionare per la squadra della Serie A.
L'allenatore benemerito Carisio Paolini ha conquistato 9 titoli giovanili e 2 di minibasket e ha lanciato tanti giovani, poi diventati professionisti affermati nei vari campionati nazionali. A questa memoria storica della pallacanestro locale rivolgo alcune domande in una chiacchierata a ruota libera sul basket.
Chi è stato Sandro Riminucci?
Per quei tempi l'angelo biondo era un giocatore unico in Italia tanto che Milano lo volle fortissimamente per alimentare il mito delle “scarpette rosse”.
Marzo 1980 (77 pullman partono alla volta di Milano per lo spareggio-salvezza con Mestre), il serpentone dei tifosi pesaresi naviga sull'autostrada A14 col suo carico di passione e di fiducia nella permanenza in Serie A1: cosa ricordi di quel giorno?
Premesso che già nel novembre 1966 ci fu un'autentica migrazione di tifosi pesaresi, i quali prenotarono un treno intero (20 vagoni) per Bologna in occasione della partita (vinta per 65 a 62 contro la Fortitudo); per quello che riguarda l'esodo del 1980 ricordo il caos in Viale Trieste e la difficoltà di trovare il pullman assegnato.
21 giugno 1988 (maxi-tavolata in Viale Trieste per festeggiare il tricolore): cosa ricordi di quella sera?
Ero vicino al tavolo dei fratelli Scavolini, ricordo con piacere la soddisfazione del mio amico Colonesi, geometra dell'Ufficio Tecnico del Comune di Pesaro, il quale mostrava lo strumento che registrava la misura da Guinness dei Primati: 3.071 metri.
Nel campionato nazionale di Serie A (1960) il 4° posto assoluto per la Victoria Libertas rappresentò per Pesaro un risultato prestigioso, ottenuto con l'apporto fondamentale di Marchionetti, Paolini e Bertini. Cosa ricordi di quell'annata?
Si trattò di un risultato storico: questi giocatori sono usciti tutti dalla scuola di Agide Fava il quale ha avuto la soddisfazione di vederli giocare in Nazionale anche se il primo pesarese a vestire la maglia azzurra è stato il dottor Ildaco Minelli: il nostro primo vero pivot.
Quali sono gli stranieri che hanno fatto la differenza? Ricordo Ted Warner, ottimo pivot e rimbalzista; naturalmente la coppia delle meraviglie Daye e Cook; il “cobra” Dragan Kikanovic (grande tiratore che curava i fondamentali) dotato di grande tecnica individuale. Anche se per tanti motivi non ha fatto la differenza, ricordo la figura di Joe Pace, un grande schiacciatore: come giocatore poteva e doveva fare di più.
Cosa ricordi di Franco Bertini come giocatore e del ragionier Montagnoli come dirigente?
Franco Bertini è stato un grande talento del basket: oltre a militare nella Victoria Libertas ha pure giocato nelle due più forti squadre degli anni ‘60 e ‘70 (Ignis Varese e Simmenthal Milano), è stato inserito nel quintetto ideale del 4° Campionato del Mondo di Rio de Janeiro (1963) e, a fine carriera, (1972-73) ha contribuito con il pivot slavo Petar Skansi a lanciare e valorizzare il giovane talento locale Paolo Gurini. Il ragionier Montagnoli, che ritrovo con piacere nella chiacchierata quotidiana in Piazza del Popolo, è un amico di vecchia data. Ai tempi eroici degli anni '40 in assenza dell'elettronica si adoperava in qualità di segnapunti manuale e a volte, in mancanza degli ufficiali di campo, compilava il referto della partita.

Massimo Magi


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<
  Profilo degli autori di questo numero
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Leandro Castellani
<



TuttoPesaro  
  Pesaro e Fano sulla stessa barca
<
  La casa a luci blu
<
  Nel silenzio della clausura
<
  Il 'Parco dei Tigli' a Borgo Santa Maria
<



TuttoFano  
  Spazi sociali o 'città museo'?
<
  Un'estate... calda
<
  'Arteinscena' a Piagge
<



Opinioni e Commenti  
  Genitori e figli di fronte alla droga
<
  Il mattino del 26 luglio 1943
visto dai dispacci degli Alleati

<
  E' finito il militare: comincia la vita
<
  Lasciateci respirare
<
  Pensieri in libertà
<
  Quella mostra di Gaio a Cortina
<
  In un loculo cementificato non mi ci ficcherete mai!
<
  L'asinello filosofo
<
  Contropelo: Perle d'estate
<
  Incentivare il lavoro dei meccanici di biciclette
<
  800 mila lire per una cena
<
  Un gatto come amante
<



Speciale  
  L'eredità di De Gasperi nell'Italia di oggi
<



Salute  
  La ginnastica della memoria
<
  Il trauma della nascita
<
  L'AVIS non va in ferie
<
  I drogati del cibo sano
<



Consumatori  
  Purtroppo dalla globalizzazione non si torna più indietro
<
  Il Caso: Furto al Bancomat
<
  Le risposte dell'ACU
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



TuttoSport  
  Canto per Valentino Rossi
<
  Dalla 'palla al cesto' al basket
<



Lettere e Arti  
  Loreno Sguanci: sotto il cielo del Furlo
<
  I Bagni di Pesaro tra ‘800 e ‘900
<
  L'eccidio di Arcevia
<
  Una bibliografia di Bach
<
  Mio padre monarchico
<
  Il venditore della 'Blu Enterprise'
<
  La ‘mano morta'
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa