Ricerca nel sito: Parola Esatta
Settembre 2001 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

E' finito il militare: comincia la vita
Riflessioni di un congedato del 10° scaglione
Eccoci qui, tutti con un bicchiere e le caraffe di vino. Attendiamo i piatti ma non c'è fretta. C'è tempo per le nostre ultime chiacchiere da amici, ché ognuno tra breve seguirà la propria strada. Ed ecco che esplode il primo brindisi: “Il decimo scaglione saluta e se ne va!” e tutti a festeggiare. Noi siamo i militari congedanti, oggi siamo delle star, siamo i campioni e siamo tutti più belli che mai. Siamo i buddha della caserma. Si torna a casa e ognuno propone le sue idee, vacanze e poi… chi ripiglierà il suo filo interrotto, chi partirà da zero; alcuni resteranno da queste parti per un impiego, altri lo cercheranno altrove, qualcuno prepara viaggi all'estero. Nell'allegria diffusa vedo comunque qualche sorriso smorto: il futuro che si distende davanti a noi è vasto ed incertissimo, forse a voi che leggete potrà apparire strano, ma per alcuni di noi la fine tanto attesa sarà anche una perdita. Certo, certo, la conclusione dei dieci mesi è desideratissima, ma lo sconcertante futuro suscita la nostalgia di quel piccolo paese maschile dove ognuno ha la sua posizione stabile, un nome sulla giubba e tanti amici che condividono le stesse ore belle o deliranti. Fuori non si è più nessuno e quella posizione, quel nome bisogna costruirseli. Ecco ancora un brindisi, i bicchieri si sollevano: sono arrivati i primi… Iuù… Questo è mio… Bicchieri pieni… Tutti a casa…
Alcuni di noi torneranno a casa per poche settimane e poi via a cercarsi un posto nel mondo. Non siamo più negli anni '60 ma nel sud i giovani si allontanano ancora da casa per fare qualcosa, per vivere. Ripenso a certi miei coetanei e conterranei sbiellati per le strade di Londra o di altre capitali europee: non sapevano più chi erano. Alcuni di noi forse si metteranno dietro quelle tracce sbiadite. Spero che riescano a trovare questo oscuro tesoro che vanno cercando (il solito “se stessi”?).
E via un altro brindisi. Non c'è tempo per queste preoccupazioni ché siamo i congedanti… Hip hip urrà, Cin cin, Viva le donne… Pochi mesi fa non l'avrei ammesso, ma essere qui con voi è stata una preziosa avventura. Sì, perché tra questi amici nella mia testa mi si è disegnata l'Italia che non avevo mai visto. I suoi contorni sono fatti di taralli, salami artigianali, dolci dai nomi incomprensibili, dialetti strani ma familiari e panorami bellissimi che non vedrò mai, che questi ragazzi mi descrivevano con gli occhi smorti guardando fuori dalla finestra della Compagnia (io mi chiedevo dove vedessero tutte quelle cose). Qui ho ascoltato racconti bellissimi di vite vissute nelle periferie della povertà o tra le industrie della ricchezza.
Un altro brindisi che noi già si passa al secondo… Cin cin, Iuu… fischi… Hip hip urrà. Ciccio non la smette di raccontare della sua avventura del G8. E' un mio caro amico di Ostuni, ma studia ad Urbino, si è unito a noi per questa sera. Ci ripete: “Voi potete capirlo meglio di chiunque altro: il G8 è il simbolo di tutto ciò che vi aspetta fuori nel mondo”. Ma noi qui si festeggia e non gli si dà molto ascolto. E lui, spiritualizzato dal vino, continua: “Voi non li avete visti questi signori che montano e smontano il mondo. Hanno quel loro bel sorriso internazionale”. Poi Ciccio mi afferra la mano e mi suggerisce segretamente nell'orecchio: “Sai, siamo tutti sulla stessa nave, ma purtroppo credo che nella cabina di pilotaggio non ci sia nessuno”. Le sue parole mi danno un insopportabile prurito nella testa. Me ne devo liberare ed infatti ora il brindisi lo faccio io ad occhi chiusi.
Eccolo, già sento il fischio del mio dolcissimo treno per Lecce che mi aspetta, laggiù dove finisce la terra, con i suoi mostri di pietra e i suoi ragni ballerini. Cin cin. Un saluto da tutti i ragazzi del Decimo. Avanti… si parte!

Antonio Pagliara


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<
  Profilo degli autori di questo numero
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Leandro Castellani
<



TuttoPesaro  
  Pesaro e Fano sulla stessa barca
<
  La casa a luci blu
<
  Nel silenzio della clausura
<
  Il 'Parco dei Tigli' a Borgo Santa Maria
<



TuttoFano  
  Spazi sociali o 'città museo'?
<
  Un'estate... calda
<
  'Arteinscena' a Piagge
<



Opinioni e Commenti  
  Genitori e figli di fronte alla droga
<
  Il mattino del 26 luglio 1943
visto dai dispacci degli Alleati

<
  E' finito il militare: comincia la vita
<
  Lasciateci respirare
<
  Pensieri in libertà
<
  Quella mostra di Gaio a Cortina
<
  In un loculo cementificato non mi ci ficcherete mai!
<
  L'asinello filosofo
<
  Contropelo: Perle d'estate
<
  Incentivare il lavoro dei meccanici di biciclette
<
  800 mila lire per una cena
<
  Un gatto come amante
<



Speciale  
  L'eredità di De Gasperi nell'Italia di oggi
<



Salute  
  La ginnastica della memoria
<
  Il trauma della nascita
<
  L'AVIS non va in ferie
<
  I drogati del cibo sano
<



Consumatori  
  Purtroppo dalla globalizzazione non si torna più indietro
<
  Il Caso: Furto al Bancomat
<
  Le risposte dell'ACU
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



TuttoSport  
  Canto per Valentino Rossi
<
  Dalla 'palla al cesto' al basket
<



Lettere e Arti  
  Loreno Sguanci: sotto il cielo del Furlo
<
  I Bagni di Pesaro tra ‘800 e ‘900
<
  L'eccidio di Arcevia
<
  Una bibliografia di Bach
<
  Mio padre monarchico
<
  Il venditore della 'Blu Enterprise'
<
  La ‘mano morta'
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa