Ricerca nel sito: Parola Esatta
Ottobre 2001 / Società
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Gli alibi e le stragi del sabato
Servono meno chiacchiere e più fatti
Da diversi anni ci occupiamo di sicurezza stradale e l'esperienza ci ha insegnato a prevedere le varie "esternazioni" che verranno fatte dopo il “solito” grave incidente. In un certo senso tutti hanno ragione dal loro punto di vista, ma una visione interessata e parziale del problema può portare a scelte sbagliate con conseguenze tragiche. In queste ultime settimane i quotidiani locali hanno pubblicato su questo argomento diverse interpretazioni. Una delle più recenti può essere sintetizzata dal titolo: Strade killer? Un alibi.
Sembra quasi di leggere il copione di un film di cui si intuiscono le “battute” dei protagonisti.
Responsabili delle strade: La colpa della strage stradale è soprattutto di chi è imprudente. Su una affermazione così ovvia vengono poi ricamate tante altre considerazioni che cercano di spostare l'attenzione e le responsabilità su altri soggetti. E' indubbio invece che le conseguenze tragiche di tanti incidenti vadano imputate a coloro che non hanno adottato le misure necessarie per la messa in sicurezza della viabilità secondo le specifiche di legge. Buche non segnalate, alberi o pali vicini al ciglio stradale, manto stradale difettoso, assenza di idonei guardrail, piste ciclabili, marciapiedi, segnaletica inadeguata, flussi di traffico non compatibili con le condizioni strutturali della viabilità ed altre inadempienze trasformano spesso in tragedia ciò che poteva invece costituire un banale incidente. Spesso c'è un aggravante: la ripetitività dei sinistri nello stesso punto.
Forze dell'Ordine: Il loro numero è inadeguato e la dotazione di mezzi carente. A loro spetta il tremendo compito di constatare la macellazione stradale e di informare i familiari delle vittime. Tuttavia la diffusa tolleranza dimostrata verso coloro che commettono violazioni riguardanti la sicurezza della persona (casco, cinture) ha contribuito ad alimentare una pericolosa degenerazione culturale. Quasi sempre dopo un grave incidente c'è la promessa di effettuare controlli massicci sulle strade con tolleranza zero. In Svizzera si fanno meno chiacchere e più fatti, ma i numeri della strage stanno diminuendo notevolmente. Ogni utente della strada svizzero viene mediamente fermato e controllato 30 volte in un anno dalle Forze dell'Ordine.
Educazione stradale e valore della vita: Nonostante la legge imponga l'obbligo di insegnamento, l'educazione stradale sta entrando nelle scuole con molta difficoltà. Sono soprattutto i Vigili Urbani ad organizzare corsi di insegnamento che riguardano anche la segnaletica. La nostra associazione è stata tra le prime in Italia ad organizzare incontri nelle scuole con giovani disabili e familiari di vittime per sensibilizzare i ragazzi sul valore della propria ed altrui vita, ma il disinteresse dimostrato dalle istituzioni locali e dalle famiglie è stato spesso impressionante. Per questo motivo utilizziamo lo slogan provocatorio "Tra gli struzzi di Romagna una strage che urla vergogna".

In occasione del prossimo 3° Convegno "Primaepoi", nella giornata del 20 ottobre, si parlerà di sicurezza stradale privilegiando un punto di vista spesso trascurato: quello delle vittime della strada e dei loro familiari. Alle ore 17,15 si svolgerà il dibattito "nonsolochiacchiere". L'invito sarà inoltrato con posta elettronica a molte istituzioni della Romagna, ma quelle che non lo riceveranno o chiunque altro fosse interessato a partecipare potrà trovare indicazioni utili consultando il sito: http://digilander.iol.it/puri.

Giuseppe Raduano
Presidente
Associazione PU.RI
(PUnto di Riferimento familiari vittime)


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Luciano Pavarotti

<



TuttoPesaro  
  I cavalli di 'Bucon'
<
  Il volo dell'airone
<
  Un club per gli 'over 60'
<



TuttoFano  
  Nove giovani di Fano in missione a Rastatt
<
  La rivoluzionaria estate del Circolo Papini
<
  Abbattiamo le barriere!
<



Opinioni e Commenti  
  L'eredità di Guareschi
<
  I prigionieri dimenticati
<



Speciale  
  Sogno americano
<
  Questi assassini non conoscono l'America
<
  Non solo gli americani sono sotto le bombe
<
  Una bomba innescata da troppe ingiustizie
<
  No al terrorismo e alla violenza
<
  Torniamo al Vangelo per sconfiggere il male
<
  Poesia
<



Salute  
  Sclerosi multipla: 50 mila casi in Italia
<
  La sindrome di Messalina
<



Società  
  Voglio una seconda possibilità
<
  Gli alibi e le stragi del sabato
<



Consumatori  
  Il crollo delle illusioni globali
<
  Il Caso: Il cinturino in metallo
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Prima di firmare un contratto fuori dai locali commerciali
<
  Le risposte dell'ACU
<



Ambiente  
  Elettrosmog e dintorni
<



Lettere e Arti  
  54° Festival GAD: Nove Compagnie ai nastri di partenza
<
  Cinema d'autore a Fano dal 15 ottobre
<
  La mostra di Fernando Mariotti alla Quadreria Cesarini di Fossombrone
<
  House: una mostra sulla casa nell'arte contemporanea
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa