Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 2004 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Diete: I sapori mediterranei

La cosiddetta “dieta mediterranea”, con pasta al pomodoro, pane, pizza, olio d'oliva, pesce, carni bianche (pollo, coniglio), latticini freschi, molta verdura cruda e cotta, frutta fresca, è una delle alimentazioni più sane, assieme a quella prevalentemente vegetariana delle popolazioni nomadi o rurali dell'Asia, ricca di cereali, legumi, verdure, yogurt e latticini.
 La dieta mediterranea rispetta la cosiddetta “piramide alimentare”, ideata dai nutrizionisti anglosassoni per cercare di rimediare alle pessime abitudini alimentari dei loro compatrioti, e che prevede alla base della piramide numerose porzioni quotidiane di verdure, frutta e farinacei, più ridotte porzioni di carne e formaggi, ridottissime porzioni di dolci e grassi, in modo che la distribuzione dei cibi abbia la forma di una piramide con le verdure alla base e i grassi all'apice. In una dieta dimagrante la piramide prevede solo una temporanea modifica. Alla base stanno sempre le verdure: tante, almeno mezzo chilo di verdure crude e cotte, compresa una patata lessata, condite senz'olio, solo con un pizzico di sale, ad ogni pasto principale. Ti parrà moltissima verdura all'inizio, ma poi ti abituerai e mettendo assieme verdure “pesanti”, non solo lattuga, anche pomodori, cetrioli, finocchi, patate lessate, non è poi così molta. Sarà la verdura inoltre a mantenerti magro in futuro! La frutta viene al secondo gradino: almeno tre frutti medi al giorno, quando si può con la buccia (ben lavata). Poi vengono i cibi proteici (carne, bianca e rossa sgrassata, pollo senza pelle, pesce, uova, tonno, bresaola, prosciutto e speck magri). Sopra i farinacei (pasta, pane, pizza, riso, polenta) che vanno quindi dimezzati rispetto alle normale abitudini italiane. Sopra ancora, restringendo la piramide, i formaggi, poi i dolci (qualche biscotto e una brioche per colazione, un gelato alla settimana), all'apice i grassi: non più di tre o quattro cucchiaini d'olio d'oliva al giorno.
 Purtroppo le abitudini alimentari degli italiani cambiano in peggio e la dieta non è più quella dei nostri nonni, la maggior ricchezza fa prediligere la carne rossa, più grassa, e sull'onda delle mode d'oltreoceano i giovani pranzano negli snack bar, tavole calde, paninoteche, dove, come nelle merendine industriali, si preferiscono all'olio d'oliva, più costoso, i grassi saturi, le salse e le maionesi ricche di colesterolo. Occorre un'inversione di tendenza, una maggiore consapevolezza (anche considerando i costi sociali delle malattie dovute all'obesità) da parte dei medici, degli educatori, dello Stato, delle catene dell'alimentazione collettiva, delle mense scolastiche.
 
 LA DIETA “DIMAGRANTE”
 
Siamo finalmente alla “dieta”! In fondo è l'ultima cosa di cui preoccuparsi: sarà solo un pezzo di carta se non avrai cambiato il tuo stile complessivo di vita. Le diete indicate sono standard e schematiche perché una vera dieta personalizzata l'assegna solo il medico.

DIETA STANDARD di 1.200 Kcal. Per donne sedentarie

Colazione: un bicchiere di caffè latte (o un tè o un caffè lungo o una spremuta di frutta) con 4 fette biscottate o 6 biscotti piccoli non zuccherati. A metà mattina: un caffè (o un succo d'arancia) con un pacchetto di cracker o una pizzetta bianca.
Pranzo: pasta asciutta o riso g 60 al pomodoro (o al tonno, alle vongole, alle verdure), carne magra bianca o rossa g 100 (o pesce g 150) ai ferri, in padella antiaderente, al forno, verdure cotte o crude g 300-500, compresa una patata lessata se gradita, un frutto (o uno yogurt magro).
Cena: prosciutto magro g 60 (oppure carne magra bianca o rossa g100 o pesce g 150) assieme ad un uovo alla coque o sodo oppure formaggio magro g 80, pane g 30, verdure cotte o crude g 300-500, un frutto. Oppure una pizza margherita o integrale o alle verdure e un sorbetto (o uno yogurt magro alla frutta). In tutto il giorno 3 cucchiaini d'olio. Aromi e odori liberi.

DIETA STANDARD di 1.500 Kcal. Per uomini sedentari

Colazione: una tazza di caffè latte (o un tè o un caffè lungo o una spremuta di frutta) con 5 fette biscottate o 8 biscotti piccoli non zuccherati. A metà mattina: un caffè (o un succo d'arancia) con un pacchetto di cracker o una pizzetta bianca.
Pranzo: pasta asciutta o riso g 80 al pomodoro (o al tonno, alle vongole, alle verdure), carne magra bianca o rossa g 120 (o pesce g 170) ai ferri, in padella antiaderente o al forno, verdure cotte o crude, compresa una patata lessata se gradita, g 500, un frutto (o uno yogurt magro). A metà pomeriggio: un frutto o un pacchetto di cracker integrali.
Cena: un tazza di minestrone o passato di verdure, carne magra bianca o rossa g 120 o pesce g 170, oppure, al posto della carne, prosciutto magro g 80 assieme a un uovo alla coque o sodo oppure, al posto dell'uovo, formaggio magro g 100 ricotta, Jocca, pane g 50, verdure cotte o crude g 500, un frutto. Oppure: una pizza margherita o integrale o alle verdure e un sorbetto (o una bevanda analcolica o una birra piccola). In tutto il giorno 4 cucchiaini d'olio. Aromi e odori liberi.


Luciano Baffioni Venturi

Tel. 0721-31402

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  Lorenzo Rossi e la polemica sull'inceneritore
<



Speciale Ombelico  
  L'ombelico a scuola:
la guerra dei lombi

<
  L'ombelicomachia
<
  L'inventor di caplét
<
  El bligh d'for
<
  Mi sembrano budini
<
  L'ombelico è mio e lo gestisco io
<



TuttoPesaro  
  Il parcheggio del Curvone
<
  Il Teatro Giansanti
<
  I bivacchi dei disperati
<
  La pesca a Pesaro
negli anni ‘30

<
  Un convegno del Riformista
<
  Il Sofà di Melanie:
Tempo di Teatro

<
  L' unic
<



TuttoFano  
  No all'aeroporto in pieno centro
<
  Il Sindaco: Stiamo ascoltando tutte le opinioni
<
  Tutti al mare
<



Opinioni e Commenti  
  Aboliamo i “dottori”
e i “professori”?

<
  Continua la polemica sul film “The Passion”
<
  Diario di guerra multietnico: gli Angeli
<
  Storie di ristoranti: Il supplemento rucola
<
  Il bancario
<
  Al via il portale dei servizi telematici per il lavoro
<
  La tromba d'aria
<
  Giardini e musica al cimitero
<



Scienza  
  Nasce a Fossombrone la Fondazione Occhialini
<
  Quando la disabilità cambia la vita
<



Salute  
  Nuovi approcci diagnostici e terapeutici
<
  Diete: I sapori mediterranei
<
  La nuova tessera sanitaria
<



TuttoSport  
  Una falsa partenza per la Scavolini
<
  Un turismo all'aria aperta per tutte le stagioni
<
  Eurolega
<
  Atletica a Fano
<



Consumatori  
  Per non vivere così
<
  Il Caso: Caduta tra i fiori
<
  ACU - Informazione fiscale
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Il risparmio di energia elettrica
<
  Prezzi al consumo
<
  L'olio d'oliva
<



Lettere e Arti  
  Si alza il Sipario d'Inverno
<
  Gialli & Gialli
<
  Professioni allo Specchio: Il Libraio
<
  Mostre: Viaggio in Persia
<
  Questioni di lingua: Lascia o raddoppia?
<
  Una casa per le donne curde
<
  Il topo del Web: A ufo
<
  Movimenti musicali: L'architetto Nicolo Sabbatini
<
  Segnalazioni editoriali
<
  La badante di Teobaldi
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa