Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 2002 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Desirée come Maria Goretti

Quando una giovane vita si spegne, quando un ragazzo o una ragazza vengono uccisi, verrebbe la voglia di stare zitti, perché non si può mai capire sino in fondo cos'è successo, qual è stata la molla che ha portato a terrificanti tragedie. I ragazzi di oggi crescono nelle contraddizioni degli adulti, senza che mai qualcuno dica loro che cosa sia giusto e cosa sbagliato. Il disagio giovanile esiste e deve assolutamente essere curato. Ragazzi che uccidono le loro coetanee, madri omicide dei propri figli, giovani assassini dei genitori e, se la memoria non ci tradisce, persino la diabolica decisione del marito che uccide i propri figli per un inconcepibile dispetto alle mogli separate o divorziate, per farle eternamente piangere e soffrire. Roba da far rabbrividire, da far dire: in che Paese viviamo?

Chi, come noi, opera nel campo del volontariato, non si arrende all'idea di trovarsi di fronte ad una generazione di sbandati e di assassini e ammettiamo il nostro grande errore: siamo noi genitori e nonni ad aver rinunciato ad educarli. Questo è il tema provocatorio. Tantissimi giovani che contattiamo si lamentano di una totale assenza di dialogo e confronto con gli adulti. Cosa fare? Certo, non sono tutti delinquenti. Al contrario, la maggior parte di loro è fatta di bravi ragazzi, forse migliori di quel che eravamo noi. Il fatto è che si è interrotta la tradizione; quel filo umano che lega vecchi e giovani, quel canale ove scorre l'acqua del buon senso, del vivere civile, ora porta acqua limacciosa e ci lascia esterrefatti.

Su quel canale portatore di acqua torbida è finito il cadavere straziato di Desirée. E allora noi genitori e nonni dobbiamo riprendere il contatto con i giovani. Dobbiamo uscire dall'incantesimo malvagio e infame di questo aberrante individualismo che noi abbiamo troppo a lungo chiamato libertà e che ha scoperto invece, nel suo profondo, le peggiori e più abominevoli miserie dell'essere umano. La nostra immaginazione si ferma, addolorata, muta, le lenti di un nonno ottantenne si appannano. Ma noi genitori è vero che li abbiamo lasciati soli? Dov'è la scuola? Dove sono coloro che hanno nella società di oggi, una funzione essenziale, i sacerdoti, i professori, gli insegnanti, gli assistenti sociali? Noi, cittadini di Pesaro, avevamo sperato che la provincia restasse la grande riserva di energia morale che era sempre stata rispetto alle metropoli. Ma non è così, se pensiamo che gli aspetti peggiori emergono dietro la facciata tranquilla della provincia italiana, dai sassi di Tortona, alla bimba bruciata a Castel del Monte, dal sanguinario pedofilo nel Folignate, ad Erika ed Omar.

È opportuno che il filo della nostra memoria si fermi qui, non dimenticando Desirée, la ragazzina di quattordici anni brutalizzata ed uccisa dal branco, difendendo la sua purezza. Desirée non doveva morire. E, soprattutto, non doveva morire così. Noi di questa Associazione di volontariato, composta da laici e cattolici, vorremmo che soprattutto le adolescenti, aggiungessero alla nostra una loro preghiera per onorare la memoria di questa giovane martire, moderna Maria Goretti.

Angelo Ceripa
Volontario dell'Auser
"Filo d'Argento"


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<
  10 cent per l'ANT
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Arnaldo Forlani

<



Speciale  
  Ospedale San Salvatore: due diversi punti di vista
<



TuttoPesaro  
  Il 'Martirio di San Bartolomeo'
restituito alla città

<
  Il cavallo nero di Baia Flaminia
<
  Una turista molto speciale
<
  La passeggiata del Sindaco
<
  Via Giansanti
<



TuttoFano  
  Un monumento alla vita
<
  Frusaglia per Maria
<
  La Bottega di Mastro Archilei
<



Scienza  
  L'origine dell'Universo: dibattito
<



Storia  
  Dopo El Alamein
<
  I carabinieri a cavallo
<



Opinioni e Commenti  
  Il dialogo nella coppia
<
  Quasi 12 mila immigrati nella provincia di Pesaro
<
  Hanno detto
<
  Omosessuali
e cavoli a merenda

<
  Una lettera a Bush
<
  Desirée come Maria Goretti
<
  Aspes: E adesso l'elettricità
<
  Elettrosmog: decreto "sblocca antenne"
<
  Provincia: una convenzione con Italia Lavoro
<
  A Cartoceto la Settimana dell'Olio
<
  Francesca Massent Miss Pareo
<



Società  
  Vivere bene ogni minuto
<
  Il 'giallo su Internet'
<
  La bottiglia di vino
<
  Vespe e zanzare
<
  Treno del sud
<
  Il mese dei morti
<



Amore  
  Caro amore, ti scrivo...
<
  La bacchetta magica
<
  Un sogno
<
  Una lettera non spedita
<
  Una storia fatta di niente
<
  Poesie
<



Società e Sport  
  Sentite in Tribunale
<
  A sorpresa due barche pesaresi alla Barcolana
<
  Mo l'à vént o i l'à fatt véncia?
<



Consumatori  
  La vita a doppio senso
<
  Un'arancia al giorno toglie il medico di torno
<
  Il Caso: Il computer col prestito
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  La Natura luminosa
di Franco Fiorucci

<
  Mario Del Monaco nelle cronache pesaresi
<
  Saletta di Via Rossini: le mostre
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Un eccelso contralto rossiniano: Marietta Alboni
<
  La nuova stagione teatrale della 'Piccola Ribalta'
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa