Ricerca nel sito: Parola Esatta
Novembre 2002 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Omosessuali
e cavoli a merenda

Sul numero di ottobre dello Specchio leggo l'intervento del signor Francesco Rondina a proposito dell'omosessualità, con una dotta e accorata difesa della vita umana ed un violento attacco alla logica perversa che ha portato il mondo attuale a valutare la vita come un qualsiasi altro bene presente sul mercato, perciò soggetto alle leggi della domanda e dell'offerta.

Sul problema dell'aborto ettolitri di inchiostro sono stati versati e non credo sia più il caso di inoltrarsi in una selva di considerazioni tanto varie quanto controvertibili; la santità della vita umana è materia complicata e piena di diverse interpretazioni personali, il che rende le cose assai difficili quando si tratta di emettere un giudizio di giusto o sbagliato in materia di interruzione di gravidanza. A differenza del signor Rondina non mi scaglierò in una battaglia all'ultimo sangue contro un mostro con troppe teste per tagliarle tutte…

Quello che però proprio non riesco ad afferrare è il collegamento fra omosessualità e disprezzo della vita. Il legame con la famosa lettera ai Corinzi è abbastanza chiaro ma ciò non spiega in alcun modo come si possa condannare aprioristicamente una intera categoria al fuoco eterno. Beh, sì lo ammetto, mi sfugge, tanto più che mentre il signor Rondina con la sua citazione, mette in evidenza in maniera dettagliatissima le categorie di persone per cui le porte celesti rimarranno chiuse, non spende nemmeno una virgola su come un povero peccatore nato con questa tara orrenda possa affrancarsi e rientrare quantomeno nella schiera destinata al purgatorio. Dove sarebbe la speranza? Nella castità perenne? Nella auto-flagellazione? Nell'eremitaggio? Dov'è nella filippica del signor Rondina lo spazio per la vita di quelle persone che per il caso o per la natura, si trovano ad amare una persona che si serve della stessa toilette nei ristoranti? Naturalmente parlo della Vita, quello stesso diritto alla felicità e alla autorealizzazione sancito nei primi articoli della Costituzione. Dov'è il rispetto per la vita di altre persone che semplicemente hanno inclinazioni nella loro sfera intima che non ci appartengono?

Che L'OMS pronunzi un parere scientifico su un argomento ad esso sottoposto mi sembra legittimo non essendo lo stesso OMS un ente morale. E che l'omosessualità sia un'inclinazione sessuale e non una malattia è un dato di fatto al punto tale da poter essere osservata in natura in alcune varianti. L'etologo Konrad Lorenz parla diffusamente di coppie formate da individui dello stesso sesso nel suo saggio sull'aggressività. Inoltre è ormai risaputo che in alcune società animali (un esempio per tutti quella degli scimpanzé) l'accoppiamento fra individui dello stesso sesso abbia un valore sociale paragonabile a qualsiasi altro, un rito che ha nell'organizzazione del branco un suo ruolo che va ben oltre il semplice scopo riproduttivo, direi un'altra tegola sulla testa di coloro che usano l'espressione di "rapporto-contronatura".

Sono un eterosessuale convinto ma anche un eterosessuale molto interdetto nel constatare che esistono ancora persone che nel mese di settembre dell'Anno del Signore 2002 si permettono il lusso di parlare di omosessualità usando parole come sodomia. Il mondo non finirà veramente mai di stupirmi…

Filippo Federici

Sesso e morale

Non è mia abitudine innescare polemiche e nella fattispecie su un argomento da me trattato dal punto di vista scientifico sessuologico che ha finito per prendere un'altra via: quella morale. Il signor Rondina mi è sembrato particolarmente preparato culturalmente in campo morale-religioso ma io, da credente laico, non condivido quanto espresso. Continuare una polemica da posizioni così nettamente opposte ci porterebbe a ripetere i nostri differenti punti di vista rimanendo ciascuno della propria opinione. L'Università mi ha preparato per svolgere una professione scientifica certamente non disgiunta dalle implicazioni umane. Ammetto però che la mia preparazione religiosa, in confronto a quella del signor Rondina, è un minuscolo granello di sabbia. Mi sentirei, se continuassimo questo confronto sul terreno "morale", un nano che lotta con un titano.

E' chiaro che quando il mio interlocutore cita Paolo di Tarso (Lettera ai Corinzi 3,16 e 6,9-10) io, pur riconoscendo la santità di Paolo, nutro più di un dubbio che sia questo santo a spedire quasi tutta l'umanità all'inferno. Rimango un po' perplesso perché credevo che questa fosse una prerogativa dell'Onnipotente e non mi risulta che l'avesse delegata a qualcun altro.

Antonino Bentivegna

 

 

 

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<
  10 cent per l'ANT
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio:
Arnaldo Forlani

<



Speciale  
  Ospedale San Salvatore: due diversi punti di vista
<



TuttoPesaro  
  Il 'Martirio di San Bartolomeo'
restituito alla città

<
  Il cavallo nero di Baia Flaminia
<
  Una turista molto speciale
<
  La passeggiata del Sindaco
<
  Via Giansanti
<



TuttoFano  
  Un monumento alla vita
<
  Frusaglia per Maria
<
  La Bottega di Mastro Archilei
<



Scienza  
  L'origine dell'Universo: dibattito
<



Storia  
  Dopo El Alamein
<
  I carabinieri a cavallo
<



Opinioni e Commenti  
  Il dialogo nella coppia
<
  Quasi 12 mila immigrati nella provincia di Pesaro
<
  Hanno detto
<
  Omosessuali
e cavoli a merenda

<
  Una lettera a Bush
<
  Desirée come Maria Goretti
<
  Aspes: E adesso l'elettricità
<
  Elettrosmog: decreto "sblocca antenne"
<
  Provincia: una convenzione con Italia Lavoro
<
  A Cartoceto la Settimana dell'Olio
<
  Francesca Massent Miss Pareo
<



Società  
  Vivere bene ogni minuto
<
  Il 'giallo su Internet'
<
  La bottiglia di vino
<
  Vespe e zanzare
<
  Treno del sud
<
  Il mese dei morti
<



Amore  
  Caro amore, ti scrivo...
<
  La bacchetta magica
<
  Un sogno
<
  Una lettera non spedita
<
  Una storia fatta di niente
<
  Poesie
<



Società e Sport  
  Sentite in Tribunale
<
  A sorpresa due barche pesaresi alla Barcolana
<
  Mo l'à vént o i l'à fatt véncia?
<



Consumatori  
  La vita a doppio senso
<
  Un'arancia al giorno toglie il medico di torno
<
  Il Caso: Il computer col prestito
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  La Natura luminosa
di Franco Fiorucci

<
  Mario Del Monaco nelle cronache pesaresi
<
  Saletta di Via Rossini: le mostre
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Un eccelso contralto rossiniano: Marietta Alboni
<
  La nuova stagione teatrale della 'Piccola Ribalta'
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa