Ricerca nel sito: Parola Esatta
Marzo 2009 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Volley rosa: di Coppa in Coppa

Christiane Furst

Quarantaduesima vittoria consecutiva, venticinquesima vittoria per 3-0, 58 punti in classifica: questo il bilancio dopo aver battuto anche la Tena Santeramo. Ma la punta di diamante del mese si chiama Coppa Italia.
L'entusiasmo è un virus contagioso, invade il corpo e la mente e non ti lascia più, soprattutto quando si scatena diventando un fiume in piena per un risultato inseguito da un anno e da tanti giorni fatti di allenamenti, viaggi, chilometri e partite. Questa è stata la Coppa Italia, questa è stata la finale dell'8 febbraio ad Eboli. Il meritato successo arriva finalmente a Pesaro e la Società biancorossa può festeggiare il suo secondo trionfo, dopo quello di A2, nella più prestigiosa manifestazione in ambito nazionale. Dopo i timori della vigilia, e la pressione che ha circondato le marchigiane, nella “tre giorni” non c'è stata davvero storia: nonostante alcune vampate di fuoco agonistico da parte di Busto Arsizio in semifinale e di Novara in finale. Una finalissima, quella contro l'Asystel, iniziata alla pari e finita con un netto dominio delle pesaresi: uno schiacciante 3-0 che non ha lasciato dubbi a nessuno.
Immensi progressi fatti da Guiggi and Co., dalla battuta all'attacco, dalla difesa alla ricezione, dal muro alla copertura: si è vista un'omogeneità in tutti i reparti e una compattezza in ogni partita. Dall'intelligente regia della Ferretti alle bordate di Skowronska, dalle fast del capitano (suo l'ultimo punto in Coppa Italia) ai muri della Furst; fino agli attacchi straripanti di Costagrande, l'esplosività di Jaqueline e l'agilità di Wijnhoven. In più, anche se lui nega, nella crescita, nella maturità, in tutte le vittorie c'è molto di Zè Roberto: c'è la capacità di aver creato questo gruppo, in campo e fuori, grazie anche all'aiuto del suo vice Riccardo Marchesi, ad Angelo Vercesi e a tutti i membri dello staff. Alla base di tutto il buon senso che gli ha fatto prendere decisioni e scelte tecniche vincenti, la perfetta gestione del gruppo in partita, con l'inserimento delle persone giuste al momento giusto. Le sue ragazze ricevono, difendono e attaccano come se fossero tante giocatrici in una sola: ritmo, intensità e varietà di gioco è il segreto di una squadra che così diventa davvero irresistibile. Ecco la formula semplice di una collana di successi sudati e meritati: il gruppo. Tanto che, pochi giorni fa, al già rinnovato contratto da parte di Ferretti e Costagrande si è aggiunto anche quello della Guiggi grazie all'eccellente feeling venutosi a creare tra le atlete e la Società.
E adesso c'è il palcoscenico della Champions League. La Scavolini, nella prima partita d'andata contro le russe dell'Odintsovo, ha dovuto sudare parecchio prima di imporsi per 3-2 davanti al pubblico dell'Adriatic Arena in visibilio. Il ritorno, che avrebbe potuto riservare brutte sorprese, ha visto ancora prevalere la straordinaria determinazione delle campionesse d'Italia. Il prossimo incontro europeo, il 5 e 12 marzo, sarà un derby tutto italiano con la Foppapedretti Bergamo, prima rivale anche in campionato a 13 punti di distanza.
È un cielo di emozioni quello che accoglie le colibrì. Continuano imperterrite il loro viaggio, volando sempre più su, senza avere le vertigini per essere così in alto.

Alice Mazzarini


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Dove si trova
<
  Come si collabora
<



Elezioni  
  Pubblicità elettorale
<



Primo Piano  
  Istituzioni allo Specchio: il carcere di Villa Fastiggi
<



Speciale  
  La stampa pesarese negli anni Cinquanta e Sessanta
<
  Il cavallo imbizzarrito e la palla al cesto
<
  La 'Belle Epoque' degli anni Cinquanta
<
  I cento anni del Corriere Adriatico
<
  Il ratto di Paolo Albini
<
  Addio vecchio Kursaal
<
  Él gala dla stampa pesares
<



Storia  
  Pillole di storia, Joe Petrosino: un eroe italo-americano
<
  La DC: un potere discreto?
<
  Niente di nuovo sotto il sole: La crisi del ‘29
<



TuttoPesaro  
  Un'agile guida di Pesaro
<
  L'angolo di Nic
<
  Pianoforti morti
<
  Una navetta da Baia Flaminia
<
  Firenzola
<



TuttoFano  
  Le mascherine anti-smog
<
  Il parco urbano
<
  Cinquantadue storie fanesi
<
  Il futurismo a Fano
<



Opinioni e Commenti  
  Beppino Englaro: un eroe involontario
<
  Non ti curar di lor…
<
  Morire per vivere
<
  Grande Fratello batte Eluana: 2-1
<
  Confartiganato: (Per)Corsi gastronomici
<



Società  
  Il mal di testa nasce dall'anima
<
  Voci su Internet: Un test culturale
<
  Hanno detto
<
  Sicurezza sul lavoro: Legge 626
<



Salute  
  Infarto al cuore: sintomi di allarme
<
  Croce Rossa: Corso per infermiere volontarie
<
  Psicofarmaci… che pazzia!
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: serve una squadra tosta per guadagnare i play-off
<
  Volley rosa: di Coppa in Coppa
<
  Football americano: I Ranocchi Angels
<
  I ragazzi del judo
<
  Soluzioni del quiz
<



Lettere e Arti  
  L'acribìa di Antonio Brancati
<
  Visti da vicino: Giorgio Caproni
<
  Questioni di lingua: Chi rompe e chi irrompe
<
  Lo Spazio Leda e l'arte contemporanea
<
  Tornano a splendere le “Madonne” di Montesecco
<
  Parco archeologico di Monte Copiolo
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa