Ricerca nel sito: Parola Esatta
Marzo 2006 - Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Visti da vicino: Federico Zeri


Devo al comune amico Romolo Eusebi il mio primo choccante incontro con Federico Zeri. Era il 1988 ed il Maestro si trovava a Fano per presentare l'intrigante mostra di 65 disegni di Fortunato Duranti. Arrivai in lievissimo ritardo all'appuntamento perché l'incontro con una delegazione giapponese si era prolungato oltre misura. Era estate, accaldato salii lo scalone del Palazzo Malatestiano e per rinfrescarmi non trovai di meglio che usare il ventaglio donatomi poco prima da una deliziosa ragazza con gli occhi a mandorla. Mi presi così il primo rimbrotto: “Cosa fa con quel ventaglio da donna?”, mi apostrofò infatti Zeri prima ancora di essergli presentato; e mi tenne, seduta stante, una lezione sul rapporto del popolo giapponese con il ventaglio che mi servì moltissimo quando dovetti presenziare nella Prefettura di Gumna, a sud di Tokio, alla mostra “Arte di corte a Urbino e Pesaro”.
Compresi immediatamente che non sarebbe stato un pomeriggio riposante. La sua lezione su Duranti fu magistrale, i presenti ne furono deliziati. Volle poi andare in giro per la città, lo accompagnammo volentieri e quale fu il nostro stupore nel capire che conosceva Fano meglio di noi. Ogni palazzo, ogni casa, ogni giardino, per non parlare dei monumenti, era immediatamente contestualizzato nel tempo e nello spazio. Un genio, un vero genio. Ci recammo infine a Santa Maria Nuova. Camminando indicava senza mai sbagliare gli autori di tutte le pale d'altare e le predelle: non solo il Perugino, di fronte alla cui “Annunciazione” sostò ammirato, e Giovanni Santi che sarebbe stato facile, ma il Luffoli, il Giangolini, Benedetto Nucci, persino il non eccelso Favini da Coriano. All'uscita Eusebi gli ricordò che io ero l'assessore interessato alla vicenda del Lisippo di cui anche lui aveva parlato e scritto; ed egli di rimando: “I piedi del bronzo sono da tempo sul mercato internazionale, glielo dico io, caro assessore”. “Ma di questo bisogna informare subito il Procuratore della Repubblica” risposi. E lui: “Informi pure chi vuole, bisogna fargliela pagare a questi fottuti americani”; aggiungendo considerazioni delicate sul coinvolgimento di un pubblico funzionario dell'epoca nell'uscita illecita della statua dall'Italia e sulla dizione “bronzetto” per definire una statua life size.
Sono passati quasi venti anni da allora e tutte le ricerche effettuate finora non hanno dato risultati apprezzabili. In cuor mio sono però convinto che Zeri avesse ragione e che un giorno “i piedi” riappariranno: come riapparve, aggrappato ad una rete da pesca, il giovane atleta scolpito da Lisippo. Non fu questa però l'unica volta in cui incontrai Federico Zeri. Negli anni ‘90, in un contesto diverso, durante un convegno nella Sala della Provincia da me presieduto (durante il quale alcune sue considerazioni critiche contro Federico da Montefeltro ed il sacco di Volterra fecero uscire di senno alcuni urbinati presenti) ci trovammo insieme, lui da studioso io da pubblico amministratore, a protestare per l'uso improprio e per certi versi assurdo del Palazzo Ducale di Pesaro a fini burocratici e di rappresentanza. Un Palazzo che avrebbe dovuto essere restituito da tempo alla storia, alla cultura, all'arte. “In un Paese serio, questo sarebbe avvenuto da un pezzo”, disse Zeri con energia pari soltanto allo sdegno. Fu però un messaggio nella bottiglia. Resta il fatto che trasferire la Prefettura in un palazzo moderno e funzionale e liberare il Palazzo Ducale è una battaglia di civiltà ben lungi dall'essere vinta ma che non si deve sospendere. Purtroppo, in questa come in altre campagne, al nostro fianco non ci sarà più l'irrituale, trasgressivo e sulfureo Federico Zeri. Per questo alla notizia della sua scomparsa mi sono sentito più solo.

Alberto Berardi

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Pubblicità elettorale  
  La tribuna politica dello Specchio della città
<



PrimoPiano  
  Le vignette “sataniche”
<



TuttoPesaro  
  Il miracolo di San Giovanni
<
  Lavora 12 ore al giorno a 201 euro al mese
<
  Cercasi belle piazze
<
  Controvento
<
  I giardinett del Trebbi
<
  Cani, bidoni e cacche
<



TuttoFano  
  Prove tecniche di viabilità
<
  Un concorso video-fotografico della Prima Circoscrizione
<
  “Stroke Unit” a Medicina interna
<
  I 90 anni del prof. Faraoni
<
  Miti e riti della Roma pagana
<
  Un pit-bull nel quartiere
<
  Collemar-athon 2006
<



Opinioni e Commenti  
  La mia esperienza con le droghe
<
  Le denunce civili di Beppe Grillo
<
  Una gara di solidarietà
<
  Lions Club: Regalateci gli occhiali vecchi!
<
  Creare con la mente
<
  Sogno europeo?
<
  Perché celebrare Clemente VIII?
<
  Lo Specchio della città non è obiettivo
<
  L'influenza aviaria
<



Salute  
  Il mal di schiena
<
  La meditazione terapeutica
<
  Insieme contro le allergie
<
  Quando l'infermiera toglie il… cratere
<



TuttoSport  
  Scavolini- Spar: Il sogno possibile
<
  Volley: Perugia amara, Padova dolce
<
  Vittorio Castellini, ciclista “gentleman”
<
  Olimpiadi: a Enrico Fabris
<



Lettere e Arti  
  Il segreto di Teresa
<
  Le visioni rarefatte di Nino Naponelli
<
  Visti da vicino: Federico Zeri
<
  La prova del Lisippo
<
  I concerti dell'Aspes
<
  “Zone di confine”, mostra di Sandro Genovali
<
  “Captivi” di Umberto Dolcini
<
  Mi ritengo fortunato
<
  Premio letterario “Bruno Dozzini”
<
  Questioni di lingua: Echeggiando
<
  Il topo del Web
<
  Luigi Della Santa: il marito di una celebrità
<
  Segnalazioni editoriali
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa