Ricerca nel sito: Parola Esatta
Marzo 2003 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

'Esempi di bello scrivere': un viaggio insieme a Dante

La pioggia di fuoco infernale di Gustave Dorè

Dalla "selva oscura" al "ciel ch'è pura luce"; dai gironi infernali alle visioni paradisiache, passando per le anime del Purgatorio in trepidante attesa. I tre canti della Divina Commedia saranno l'occasione per intraprendere una sorta di viaggio letterario nell'aldilà in compagnia del professor Adelelmo Campana che, nelle vesti di un moderno Virgilio, accompagnerà il pubblico in una rilettura a tappe del poema dantesco.

Ecco la quarta edizione di "Esempi di bello scrivere", la rassegna con la quale l'assessorato ai Beni e alle Attività culturali-Editoria della Provincia rende omaggio ogni anno alla poesia italiana. Il nuovo ciclo di conferenze, dal titolo "Traversando la Divina Commedia", si svolgerà dal 19 febbraio al 2 aprile tutti i mercoledì pomeriggio (ore 17,30) nella sala del consiglio provinciale. Un "fuoriprogramma" concluderà gli incontri: l'ultima lettura è infatti affidata a Matteo Giardini che declamerà e commenterà i versi di Dante legati ai luoghi della nostra provincia.

"Sarà un metaforico viaggio testuale dentro il viaggio raccontato dal poeta", sottolinea Adelelmo Campana mettendo in evidenza il tratto distintivo della rassegna: la "trasversalità" nella scelta dei brani. "In questo modo, da poema chiuso nella rigida visione oltremondana di Inferno-Purgatorio-Paradiso, la Commedia si trasformerà in una sorta di terra senza confini dove poter spaziare liberamente seguendo canali di lettura tematici che, oltre ad attraversare i tre regni danteschi, porteranno il pubblico alla scoperta di autori di epoche successive che si sono ispirati al divino poeta. Per esempio Tasso, Baudelaire, Eliot, Montale, Luzi, Gozzano. Senza trascurare le citazioni, o meglio le "spie", contenute nell'Eneide e nella Bibbia".

"La rassegna - fa notare l'assessore ai Beni e alle Attività culturali-Editoria Paolo Sorcinelli - non è nata sull'onda del clamore televisivo. In realtà Campana ha individuato e preparato il tema di Esempi in tempi non sospetti. Né si tratterà di una lettura in senso stretto del poema, ma di un percorso da un canto all'altro, di una "traversata" alla ricerca di suggestioni e di echi. Dante insomma come occasione per un viaggio alla ricerca di ciò che il poeta ha lasciato nella poesia di ogni tempo".

Sei le tappe dell'itinerario (più la settima lettura di Giardini), sei le chiavi di interpretazione. Si parte con "L'alto passo di Dante e l'alto passo di Ulisse" per proseguire con "Il viatore e le sue guide", "Ricorditi, lettor, se mai ne l'alpe" (sugli appelli danteschi ai lettori dei suoi versi), "Tra la perduta gente", "Dove l'umano spirito si purga" e "E poscia per lo ciel, di lume in lume".

"Esempi di bello scrivere" sarà dunque un'occasione unica per rileggere, fuori dagli schemi scolastici, il poema dei poemi, un'opera intramontabile pronta a rivelare ancora una volta tutta la sua ricchezza e vitalità.

Dalla "selva oscura"  al "ciel ch'è pura luce"

Nella primavera del 1300, l'anno del primo giubileo nella storia dell'Europa cristiana, il fiorentino Dante Alighieri ebbe la "visione" dell'oltremondo, dell'oltretempo. Per "manifestare" questa visione, concessa a lui, che era "co' vivi congiunto", dalla imperscrutabile grazia di Dio, adottò, memore di precedenti medievali e classici, e soprattutto della Bibbia e dell'Eneide, la forma del racconto di un viaggio nell'aldilà. Il gerundio "traversando" vuole indicare l'attraversamento del poema nelle sue tre cantiche - Inferno, Purgatorio, Paradiso - un metaforico viaggio testuale dentro il viaggio raccontato dal poeta. (…)

Voce di questo cosmo, il poema di Dante ha una struttura chiusa con un incipit (smarrimento nella selva dell'uomo che dice "io") e un explicit (movimento sincronico di questo "io" con "l'amor che move il sole e l'altre stelle"). La costruzione della nostra breve antologia di testi danteschi rompe questa forma chiusa e rende, in qualche modo, la Commedia "opera aperta", suddivisa sì in tre cantiche ognuna di trentatré canti, più il primo dell'Inferno che fa da proemio al tutto, ma scomponibile variamente, mediante l'attiva collaborazione del lettore, in sequenze che sono unità poetiche intermedie tra il singolo canto e la cantica.

(tratto dalla presentazione di Adelelmo Campana)

 

 

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Politici allo Specchio:
Roberto Giannotti

<



Guerra e Pace  
  La cricca Bush-Cheney
<
  Il difficile equilibrio tra guerra e pace
<
  Il diritto e la forza
<
  Un laboratorio della memoria
<
  La Shoah degli altri
<
  Hanno detto
<
  Palindromo. 1441
<
  A javem bsogn sol dla pèc
<



TuttoPesaro  
  Candelara: il cimitero sulla collina
<
  Un condominio troppo riscaldato
<
  Aspes: ricicla e vinci
<
  Grazie per la targa
<
  No agli anonimi
<



TuttoFano  
  Ecco "Marina Group".
<
  Cani e palloni contro il passeggio
<



Opinioni e Commenti  
  8 Marzo: la festa deve continuare
<
  Una lettera non appassirà
<
  Quando chiudono i piccoli ospedali
<
  Si alla tecnologia nella giusta dose
<
  Una legge per i disabili
<
  Disoccupati, finalmente in soffitta il libretto di lavoro
<



Salute  
  Come migliorare il seno
<
  La riabilitazione ortopedica in acqua
<
  Assistenza domiciliare per anziani soli
<



Società  
  La provincia di Pesaro nel Novecento
<



TuttoSport  
  U.S. Olimpia: l'altra faccia del basket pesarese
<
  Fanesi in Florida con la “batlarda”
<
  19ª Pesaro-Rovigno 29 aprile – 5 maggio
<



Consumatori  
  La pigrizia e la paura
<
  Il fico d'India e la diuresi
<
  Il Caso: Scherzi da svizzera
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Etichette alimentari
<



Lettere e Arti  
  I muri di luce
di Oscar Piattella

<
  'Esempi di bello scrivere': un viaggio insieme a Dante
<
  Tutti gli sport dei Piceni
<
  Il prete di Soria
<
  La Madonna delle Grazie patrona di Pesaro
<
  Cronache dal passato: L'albero della libertà
<
  Il ciliegio di Bruno Alessandrini
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa