Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 2007 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La Sindone e la resurrezione

Non è cosa intuitiva collegare la Sindone, il lenzuolo che avvolse il corpo di Gesù dopo la deposizione dalla croce, alla resurrezione. Guardando i segni impressi sul lino, è assai più facile abbinarlo all'inaudita sofferenza di un uomo sottoposto a indicibili dolori e torture. Eppure sulla Sindone, sottoposta ad indagini analitiche, le più sofisticate, tramite mezzi tecnologicamente i più avanzati, non c'è traccia di sostanze putrescenti che inequivocabilmente attesterebbero il naturale processo di decomposizione. Non v'è traccia, capite? Non una molecola di putrescina. Non un atomo di cadaverina. Molecole ed atomi che non sarebbero certo sfuggiti ad “occhi elettronici” capaci di sbirciare dentro il Dna. Quell'uomo era vivo, come attestano le macchie ematiche fuoriuscite dai fori dei chiodi e dalla fronte. Quell'uomo è poi spirato, come dimostrano la copiosa uscita di sangue e siero post-mortale (ferita al costato dopo il colpo di lancia di Longino). Eppure, come detto, niente che testimoni un qualsivoglia fenomeno degenerativo, ancorché soltanto allo stato iniziale.
Inevitabile, a questo punto, il collegamento con la resurrezione. Ma non basta. Un altro mistero della Sindone è l'impossibilità, almeno attuale, di comprendere come si sia formata quella immagine d'uomo. Si sa che invece dell'aggiunta di una qualche sostanza o pigmento, si tratta della disidratazione delle fibrille più superficiali del tessuto. E' infatti miseramente crollata la più accreditata tesi dei suoi detrattori che sostenevano si trattasse di un dipinto. Ma la Sindone, come dimostra il suo negativo che ne mette in luce inquietanti particolari, si è comportata proprio come una pellicola fotografica. Ma se c'è stata una fotografia, deve esserci stata anche una sorgente di luce. Ecco perché non si può aprioristicamente escludere che quella impronta sia davvero il frutto di una folgorante resurrezione.

Il palo, i polsi, le spine
 
Gesù non portò sulle spalle la croce intera così come ce lo rappresenta da sempre l'iconografia corrente e da ultimo anche il pur accurato film di Mel Gibson. Le sue spalle si fecero carico del solo asse trasversale che comunque non mancò di procurargli delle vaste e profonde ecchimosi, specie nella zona sottoscapolare destra. Chiamato patibolo (dal latino patere, aprire, perchè derivante dalla comune trave usata per serrare l'uscio di casa) tale palo veniva applicato all'altro palo, lo stipes, già infisso sul terreno. Gesù, inoltre, non fu inchiodato nei palmi perchè se così fosse, la mano si sarebbe sfilata non potendo in alcun modo reggere il peso del corpo. Gesù fu invece forato nei polsi, in un punto detto “spazio di Destot”: una cavità anatomica che permette la penetrazione del chiodo e ne assicura la tenuta. Ciò comporta la recisione del nervo mediano che provoca un dolore parossistico da causare il delirio. Terzo ed ultimo luogo comune da sfatare è che sul capo di Gesù fosse stata applicata una semplice corona invece del voluminoso casco di spine che gli copriva l'intera calotta cranica. Aghi affilatissimi che lacerarono vene e arterie in una zona notoriamente la più irrorata di sangue.
A dirci queste sorprendenti verità non è l'ultimo best seller-bufala della serie "Il Codice da Vinci" ma la Sindone, il lenzuolo conservato a Torino che secondo una bimillenaria tradizione, avvolse il corpo senza vita di Gesù. Tre anomalie che ci confermano circa l'autenticità della sacra reliquia. Un eventuale falsario infatti, si sarebbe ben guardato dal contravvenire la consolidata tradizione.

Leone Pantaleoni

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Francesco Grianti e Rita Cutolo: La scienza e la fede
<



TuttoPesaro  
  Gianfranco Chiti: il granatiere di Dio
<
  Il marinaio Vincenzo Rossi
<
  Colpo di scena a Muraglia: Via D. Garone o Dino Garrone?
<
  I magnifici quattro del Circolo della Stampa
<
  Il mio amico schizofrenico
<
  Il platano di Santa Maria delle Fabbrecce: un testimone della storia
<
  Una lapide per Fra' Arduino Priori
<
  Ricordo di Leonardo Leonardi
<
  La piscina del Parco della Pace
<
  La fragranza del forno a legna
<



TuttoFano  
  Collemar-athon a quota mille
<
  Un'iniziativa per le scuole. Risparmio energetico e riciclaggio
<



Speciale Mare  
  “Scimitar”: benvenuti a bordo
<
  Pesci fuor d'acqua
<
  La cultura adriatica “Onda su Onda”
<
  Capitani coraggiosi
<



Ambiente  
  San Bartolo in festa
25-26-27 Maggio 2007

<
  Rondini, balestrucci e rondoni
<



Opinioni e Commenti  
  La Caserma “Paolini” e il 94° Reggimento Fanteria
<
  La Sindone e la resurrezione
<
  Frasi memorabili
<
  Hanno detto
<
  Dal 14 al 20 maggio: Urbania ospita la Festa di San Giuseppe Artigiano
<



Società  
  L'altra faccia della Terra: Chagmapampa
<
  Ho bocciato un handicappato
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: Play-off all'adrenalina
<
  Volley: Le Colibrì tornano a volare
<
  Gli Old conquistano Avignone
<



Lettere e Arti  
  Visti da vicino: Dario Fo
<
  I vent'anni di Novitango
<
  Villa Molaroni ancora più bella
<
  San Paolo, una città di contrasti
<
  Banda Grossi (storie di briganti nella pittura naïve)
<
  La festa del 1° maggio a fine Ottocento
<
  Tra il tramonto e l'alba
<
  La Pesaro di Giancarlo Scorza
<
  Letture infernali per gli studenti del Mamiani
<
  Questioni di lingua: L'assessore imbufalito
<
  Tra un anno al caffè della Plaka
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa