Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 1998 / TuttoFano
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Fano tra poesia e storia:
Il Giardino Leopardi

In Via Nolfi, la pi lunga e nei secoli scorsi la pi importante via del centro storico di Fano, fra il Palazzo degli Studi (1627) e la rinascimentale Corte Malatestiana (1350 circa), ad angolo con Via Montevecchio dove si affaccia l'omonimo e stupendo Palazzo Ducale (1740), c' l'unico spazio verde fruibile in citt: il Giardino Leopardi. Dire che questa piccola, ma importantissima risorsa di verde pubblico sia tenuta nel modo migliore senz'altro una bugia. Una miglior manutenzione delle aiuole, un'ulteriore piantumazione laddove manca, un miglior arredo, una miglior pulizia e una pi attenta salvaguardia dai liberi "interventi" canini, sarebbe senz'altro auspicabile. E che dire del vuoto al centro delle aiuole? Anni fa vi era collocato un bellissimo e antico puteale che lasciato alla completa incuria e sottoposto alle "scalate" dei bambini si andava sempre pi deteriorando. Fortunatamente fu riportato nella sua naturale sede: il chiostro di San Paterniano, dove possibile ammirarlo insieme al contesto d'arte che lo circonda. Ebbene, quel vuoto che si diceva essere ben presto colmato con analogo monumento, un altro puteale presente nella Corte Malatestiana anch'esso tenuto l in quasi stato di completo abbandono, quel vuoto, dicevamo, rimasto.

Fano una citt dai tempi lunghi: ogni intervento richiede decine e decine di anni e magari pi di mezzo secolo come nel classico caso del Teatro della Fortuna. Ma forse in questi ultimi tempi qualcosa sembra muoversi pi rapidamente. E allora si pensi a quei giardini come a un monumento da salvare, perch quei giardini un monumento lo sono. Molte e svariate piante ne fanno quasi un Orto botanico: si pensi che vi cresceva anche un faggio meraviglioso purtroppo caduto sotto i colpi del "Generale Inverno" tredici anni fa. E' ora sostituito da un abete di specie esotica. Vi sono agrifogli, lecci, cipressi argentati; si nota il troncone "rigermogliato" di un imponente e secolare tasso (detto pure albero della morte per le sue foglie velenose) anch'esso caduto alcuni anni or sono sotto i colpi del medesimo "Generale"; cipressi comuni e pini d'Aleppo. E non parliamo delle pi svariate piante erbacee. Insomma un angolo di Paradiso, dove i fanesi potrebbero sostare meglio se ci fosse maggior cura del verde e dell'arredo e si colmasse con una fontana o con un monumento il vuoto centrale.

Una vita rosa e blu

Mets a seda in tun giardin
in tel centre dla cit
t'apar d'sa un fiulin
tut felic cum un pasci.
Se pu dop mal d'intorna
c' un palas stil Vanvitel
e una Corte che l'adorna
el rips anca pi bl!
Avrt capt, o gente mia,
chi ji parle del giardin
che se trova su cla via
che n'apar av fin:
Via Nolfi, in tel pasat
basigata dai signor
che mal erne insediat
ti palas pin de splendor.
Quant se pasa t'i parag
senti subit a l'istant,
specialment tel mes de mag,
el piacer de gi tle panch.
Senti i merle e j'altre ucei
che te fan un bl cuncert
e capisci che mej
sta mal sa 'l cor apert
lasciand perda tut j'afan
che te bolne in tel "lampeg",
i prublema ch'c'hai a Fan
sa el trafich e i parcheg.
P fa pur 'na durmitina
tut sdrajat cum un ragas,
stravacat su 'na panchina
p amir chi bei palas.
Se vu legia un libricin
el pu fa tranquilament,
salvo che qualch cagnulin
en te faga un "cumpliment"!
Vers l'urari del tramont,
se te sia inamurat
p tent de meta in cont
anca un basc impruvisat
senza pr scandalis
puritan e benpensant,
nurmal, ce p pruv
se lia vl, de tant in quant.
So cunvint che sti giardin
n geniai un gran belp,
n daver un ambientin
d' tla ment pasa anic.
Sol che sps se vedne i can
ch'van in gir in libert
e intant la caca fan
ti pasag de qua e d'l.
E dacs, sopra pensier,
caminand felicement
ti vialet e ti sentier
co qua... l'incunvenient!
Cert, se c'fusa pi rispet
per chel post unich e blin,
ragas, giovin e vechiet
e le madre sa i fiulin
ce starijne un con de pi
artruvand la dimension
d'una vita rosa e blu
fata d'sogn e d'emusion!

Rino Magnini


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



TuttoPesaro  
  Boa Fox:
Opinioni a confronto

<
  Voci e volti della Bosnia
<



TuttoFano  
  'I Mesi' di Fabio Tombari: Maggio
<
  Una politica per i giovani?
<
  Una scuola molto speciale
<
  Fano tra poesia e storia:
Il Giardino Leopardi

<
  Fano e il Teatro
<



Nostalgia  
  Pesaro, ricordo di un amore
<
  Ritratto di un urbinate
<
  El mol de Momo e quel de Mez
<



Opinioni e Commenti  
  Cara Provincia
<
  La sofferenza dei malati di mente
<
  Auser: Progetto 'Invecchiare bene Europa'
<
  AIMA: Associazione Italiana Malattia di Alzheimer
<
  Ospedale San Salvatore: La scelta dei primari
<
  Difesa dei consumatori
<
  Tassa di bonifica? No grazie
<
  Enel: la bolletta in braille'
<
  Usque tandem...
<
  TuttaFrusaglia
<



Salute  
  Dormire allunga la vita
<
  Il Cocktail anticancro del prof. Di Bella
<



TuttoSport  
  Ayrton Senna:
ricordo di un mito

<
  Basket: due storie parallele
<
  I Master della Pesaro Nuoto: Sulla cresta dell'onda
<



Lettere e Arti  
  La Divina Commedia in dialetto pesarese: Pier Delle Vigne
<
  Le Favole di Fedro in dialetto pesarese
<
  Il marketing delle pompe (funebri)
<
  Eleonora L., ovvero, miss gambissime
<
  Recensioni
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa