Ricerca nel sito: Parola Esatta
Maggio 1998 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Recensioni

Alcune novità librarie dell'editoria locale. E' stato presentato recentemente il volume curato da Grazia Calegari, "Giorgio Ugolini. Le attività e gli scritti in cinquant'anni di storia pesarese". Si tratta di un libro voluto fortemente dal figlio Guido per ricordare e far conoscere la personalità poliedrica di Giorgio Ugolini. La prima parte è dedicata agli interventi e contributi che Ugolini diede alla città, in tema di urbanistica, agricoltura, turismo ecc. Nella seconda parte sono raccolti articoli di carattere culturale che il nostro inviò a giornali e riviste dell'epoca.

"Federico Zuccari - Le idee, gli scritti" (Edizioni Electa). Il libro che raccoglie gli atti del convegno su Federico Zuccari, tenuto nell'autunno del 1994 a Sant'Angelo in Vado è molto importante perché esamina vari aspetti di questo grande artista vadese; dal disegno analitico delle vita e delle opere a quello del pensiero di un "artista intellettuale europeo". Di Federico Zuccari non rimangono solo le opere, il suo spirito infatti vive tuttora nelle istituzioni, a quattro secoli di distanza, anche in quella istituzione verso la quale il mondo artistico mostra venerazione: L'Accademia di San Luca. In Federico Zuccari si trova anche il profondo rapporto con il fratello Taddeo, di cui si sente l'erede in tutti i sensi.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro ha pubblicato "Le Marche e l'Europa - Viaggiatori stranieri fra il XIX e il XX secolo". Si tratta di saggi di illustri viaggiatori alla scoperta di un territorio, quello marchigiano, rimasto marginale rispetto ai flussi dei viaggi internazionali. Ne viene fuori la bellezza pacata, lontana, diffusa di un paesaggio collinare nel quale città e campagna s'integrano con armonia.

Nel settore della narrativa politica, la Marsilio ("Gli Specchi") ha pubblicato "Storia di noi dispersa" di Giuseppe Giacovazzo, un racconto d'amore e microstoria degli anni di Aldo Moro. Due giovani, Giovanni e Laura, compagni di studi e precoci militanti politici nell'immediato dopoguerra, escono a fatica dall'ambiguità di un'amicizia scambiata per passione amorosa. I valori ideali di Giovanni crollano giorno per giorno; il tema del divario fra nord e sud, il problema dell'occupazione, l'unità politica del paese, sono i grandi "muri" che allontanano i due giovani, ma l'assurdità del vivere quotidiano farà in modo che un nuovo incontro con Laura, convinca Giovanni a rimanere vicino a lei.

Ancora negli "Specchi" è uscito "Fratello, mio valoroso compagno..." di Giuseppe Loteta, la storia avventurosa di Fernando De Rosa, socialista libertario che, come ricorda Aldo Garosci, è "oppositore frenetico del regime". Il suo socialismo è sentimentale e passionale, con forti tinte risorgimentali e repubblicane. Durante il regime fascista diviene esperto in espatri clandestini di antifascisti, ed è costretto lui stesso all'esilio e a Bruxelles, la mattina del 24 ottobre 1929, spara al principe ereditario Umberto al grido di "Viva Matteotti". Il fatto suscita un'enorme risonanza in tutta Europa ed il suo processo diviene il processo al fascismo. Uscito dal carcere si trasferisce in Spagna dove combatte per la libertà e per il popolo contro la dittatura, morendo in un'azione di resistenza contro i fascisti spagnoli.

"Il fascismo russo" di Sergej Kulesov e Vittorio Strada (Marsilio Editore) viene a riempire un vuoto nella storia dell'URSS e poi della Russia di Eltsin. Il fascismo russo, nato negli anni venti tra gli ambienti dell'emigrazione, ebbe il suo leader indiscusso in Konstatin Rodzaevskij, ammiratore di Hitler ma a suo modo anche di Stalin. Il grande storico Berdjaev notava che i fascisti e i comunisti aspirano ad uno stato perfetto che organizzi l'intera vita e con questa utopia si trasformano nei demoni del nostro secolo. A questo proposito è in corso un forte dibattito fra Galli Della Loggia e Norberto Bobbio sul significato del comunismo ed in particolare delle ideologie totalitarie nel XX secolo e le conseguenze nefaste successive. Ma per Vittorio Strada e Sergej Kulesov, il fascismo russo può trovare un terreno favorevole per svilupparsi in Russia, perché vi è una cronica debolezza delle riforme strutturali, una grave crisi sociale ed economica ed una sorta di nichilismo giuridico.

Giovanni Gronchi, ex presidente della Repubblica, è l'autore di un libro postumo "Quello che ha significato Romolo Murri" a cura di Lorenzo Bedeschi (Edizioni Quattroventi). Il saggio si divide in due parti: nella prima vi è un profilo del leader con autobiografia inedita; la seconda riporta la commemorazione di Romolo Murri fatta da Giovanni Gronchi il 22 gennaio 1971.

P. Caretti, A. Pieretti, e P. Pisarra sono gli autori di "Informazione, manipolazione e potere" (Edizioni San Paolo). Si tratta di un brillante saggio sul mondo dei mass media ed in particolare sull'informazione e il rapporto fra manipolazione delle notizie e potere politico.

Due importanti contributi, nel settore dei media e degli studi teologici, vengono forniti dalla Casa Editrice San Paolo. Werner Wolbert è il curatore di "Morale in una cultura dei mass-media", con un contributo del Cardinale Carlo Maria Martini. La relazione di Wilhelm Korff, contenuta nel volume, descrive i media come settore culturale autonomo, accanto a politica, economia e arte. Il Cardinale Martini analizza un tema a lui caro: come la chiesa debba reagire dinanzi al mondo dei media.

Nel libro "Una teologia come storia", si riportano gli atti del convegno internazionale di studi del 1996 sulla "Simbolica ecclesiale" di Bruno Forte, uno dei teologi più conosciuti in Italia e nel mondo. Con "Simbolica ecclesiale" Forte realizzava un'opera sistematica che permette alla teologia di entrare in dialogo con i grandi problemi della modernità e postmodernità, suscitando un aperto dibattito, sia sul piano filosofico che teologico.

Paolo Montanari


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



TuttoPesaro  
  Boa Fox:
Opinioni a confronto

<
  Voci e volti della Bosnia
<



TuttoFano  
  'I Mesi' di Fabio Tombari: Maggio
<
  Una politica per i giovani?
<
  Una scuola molto speciale
<
  Fano tra poesia e storia:
Il Giardino Leopardi

<
  Fano e il Teatro
<



Nostalgia  
  Pesaro, ricordo di un amore
<
  Ritratto di un urbinate
<
  El mol de Momo e quel de Mez
<



Opinioni e Commenti  
  Cara Provincia
<
  La sofferenza dei malati di mente
<
  Auser: Progetto 'Invecchiare bene Europa'
<
  AIMA: Associazione Italiana Malattia di Alzheimer
<
  Ospedale San Salvatore: La scelta dei primari
<
  Difesa dei consumatori
<
  Tassa di bonifica? No grazie
<
  Enel: la bolletta in ‘braille'
<
  Usque tandem...
<
  TuttaFrusaglia
<



Salute  
  Dormire allunga la vita
<
  Il Cocktail anticancro del prof. Di Bella
<



TuttoSport  
  Ayrton Senna:
ricordo di un mito

<
  Basket: due storie parallele
<
  I Master della Pesaro Nuoto: Sulla cresta dell'onda
<



Lettere e Arti  
  La Divina Commedia in dialetto pesarese: Pier Delle Vigne
<
  Le Favole di Fedro in dialetto pesarese
<
  Il marketing delle pompe (funebri)
<
  Eleonora L., ovvero, miss gambissime
<
  Recensioni
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa