Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2006 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Visti da vicino - don Guido Berardi


Ricordo le sue grandi mani avvicinarsi alla lampada da tavolo, soffermarsi un poco e ritirarsi per fare posto alle mie. Era l'unica fonte di calore in quella stanza fredda e buia. Come erano gelide di prima mattina quelle domeniche degli anni ‘50, il vento ti sputava in faccia la neve ed i tigli, allora esili, di Via Piave non riuscivano a ripararti dalla pioggia. Ma che sollievo raggiungere la casa di Via Malagodi ed essere accolti con una stretta di mano sulla porta da Don Guido in persona. Con lui studiavo latino. Diceva sempre che non esiste mezzo migliore per imparare che insegnare agli altri e così mi era grato perché gli insegnavo ancora qualcosa. Non so quanti anni avesse allora, non l'ho mai saputo, per me era zio Guido e basta, Don Guido per la mamma e semplicemente Guido per mio padre. Un prete dunque, un prete grande e grosso che mi aveva tanto intimorito il giorno della mia prima comunione quando entrò nella nostra povera casa e dovette chinarsi per varcarne la soglia. Un prete che mi aveva affascinato con la sua parola semplice e chiara e che mi aveva stupito sedendo a tavola, quel giorno insolitamente imbandita, per mangiare soltanto un pugno di riso ed una patata lessa, respingendo con un mite sorriso ogni pietanza che gli altri commensali non si stancavano di proporgli. Un gigante che mangiava come un uccellino, un gigante che mi aveva portato in dono una Bibbia illustrata, un gigante che girava in bicicletta.
Quante cose imparai quel giorno da lui che aveva incantato l'uditorio raccontando, con un bimbo sulle ginocchia e quattro seduti ai suoi piedi, le avventure di Pasqualon (nostro lontano parente), la storia di Fano antica ed i Fioretti di San Francesco. E poi le storie su lui stesso. Era stato un campione sportivo, lanciava il martello, aveva fatto l'eremita con una barba che gli arrivava ai piedi, regalava ai poveri tutto quello che aveva, aveva studiato a Roma, era un santo, era un po' matto, aveva una tipografia in camera da letto, sentiva tutti i giorni Radio Londra, conosceva l'aramaico, studiava il giapponese. Quante cose per un bambino. Mi ci vollero anni per toglierlo dal mito e ricollegarlo alla realtà, ma quando ci riuscii mi accorsi che la realtà era essa stessa mito. Parlava come un profeta, lavorava come un operaio, studiava come uno scienziato, portava gioia e letizia ovunque. Amava tutte le creature come Francesco, come Paolo avrebbe voluto predicare in tutto il mondo. Come Francesco praticò la povertà, come Paolo lavorò sempre manualmente. Un esercizio contro la superbia, diceva. Si preparava al giorno in cui il Papa lo avrebbe chiamato a parlare dalla Radio Vaticana per diffondere la Buona Novella, un messaggio di pace e di amore, il messaggio di Cristo. Io sorridevo a queste parole credendo di conoscere il mondo e gli uomini ed egli costringendomi a guardarlo negli occhi mi chiedeva: “Anche tu pensi allora che io sia matto?”. Oggi, dopo aver assistito allo sgretolarsi del suo fisico (con quanta fatica saliva ogni pomeriggio le scale che portano al mio appartamento), oggi dopo aver appreso in un giorno di pioggia che si era finalmente congiunto con “sorella morte”, oggi che la sua amata Fano gli ha dedicato una via non posso che chiedermi ancora se ho conosciuto un santo o un prete un po' matto; come se la logica in questo campo servisse a qualcosa e come se il lungo rapporto con lui non mi avesse “segnato” per sempre. Anche io sono infatti un po' matto, vorrei che i fatti corrispondessero alle parole, ma non ho ancora trovato la sua bicicletta, quella con la quale - qualcuno ha scritto - egli è salito in paradiso percorrendo una strada tutta in discesa. 

Alberto Berardi

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Rossini e la Colbran: eutanasia di un amore
<



Immagini  
  Eva Garden: non è un trucco
<
  Gelateria del Porto: 30 gusti… scegli il tuo
<
  Boutique Blanche
<
  Nozze
<
  Immagini
<



TuttoPesaro  
  Via Milite ignoto c'è
<
  La Piazzetta Esedra Ciacchi e Marco Livio Druso
<
  Il mio commiato dal Comune di Pesaro
<
  Candelara in festa
<
  La scuola primaria di Cattabrighe
<
  “La scuola in gioco”
<



TuttoFano  
  Il restauro di San Francesco
<
  Il cimitero delle idee
<
  A Franca
<



Opinioni e Commenti  
  Marcinelle: l'inferno dei “macaronì”
<
  Le cento candeline dello “Specchio”
<
  Le quote rosa e le quote azzurre
<
  Visti da vicino - don Guido Berardi
<
  Il vangelo di Giuda e… dintorni
<
  Predicare bene e razzolare male (2)
<
  I do sulded
<
  A Fausto, 33 anni dopo
<



Salute e Società  
  La prevenzione dei tumori della pelle
<
  Una proposta per l'assistenza agli anziani
<
  Un figlio, una madre
<
  Le punture dei pappataci
<



TuttoSport  
  Calcio: I nuovi biancoRossi
<
  Scavolini-Spar: pronti per la scalata
<
  Scuola di Pesca e Scuola di Vela: iscrizioni
<



Lettere e Arti  
  Pergola: una mostra
di Archimede Santi

<
  Le donne di Pascoli
<
  La “Piccola Bottega dei Capolavori” di Claudio Sora
<
  L'Actors Studio di Pesaro
<
  La 3^ edizione di PesaroHorrorFest
<
  Le donne di Pesaro
<
  L'arte è donna
Un itinerario internazionale

<
  L'elogio del parroco (ignaro)
<
  Questioni di lingua: Fare shopping in tempo reale
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa