Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 2006 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Segnalazioni editoriali

a cura di Paolo Montanari

E' stato presentato il volume XIX della collana “Storia delle signorie dei Malatesti”, dedicato a “Le donne di Casa Malatesti”. Il volume patrocinato dalla Società pesarese di studi storici in collaborazione con il Centro studi malatestiani di Rimini, è curato da Anna Falcioni, docente di Storia medievale presso l'università di Urbino. La collana “Storia delle signorie dei Malatesti” è una grande impresa editoriale, che mira a mettere a fuoco i molteplici aspetti storici, artistici, economici e letterari legati a una famiglia che dominò numerose città della Romagna, delle Marche e di altre regioni italiane, e che fu signora di Pesaro per 160 anni, dal 1285 al 1445. Il volume, in due tomi, contiene saggi di 24 autori che hanno tracciato le vicende biografiche e storiche di una folla di donne di quella illustre casata. Oltre ad affrontare numerosi aspetti di ambito piu' generale, il volume XIX risulterà particolarmente interessante al pubblico pesarese perchè proprio a ”Le donne del ramo di Pesaro'' è dedicata la sezione piu' corposa dell'opera, redatta da Giovanna Patrignani che ha condotto una ricerca inedita su fonti dirette e documenti originali. L'opera sarà presentata nel mese di luglio 2006 all'università di Los Angeles nell'ambito di un convegno internazionale sui Malatesti.


L'Istituto del Nastro Azzurro ha pubblicato il libro di Cesare Gori “Come una meteora”: racconti e immagini di militari pesaresi in guerra, attraverso la storia del tenente pilota Alberto Leonardi (che apparteneva al 36° Stormo Aerosiluranti) fra il 1937 e il 1942. Tenente pilota, medaglia d'argento alla memoria, medaglia di bronzo al v.m., due Croci di Guerra al v.m., Leonardi fu protagonista di azioni valorose in Africa Orientale durante la Seconda guerra mondiale e fu abbattuto al largo della costa algerina dai Sea Hurricane inglesi il 14 giugno 1942 (a ventisette anni). Nella prima parte del libro vi è una serie di fotografie, in parte inedite, delle azioni di guerra aerea in Spagna, durante la guerra civile nel periodo 1938-1939. Nella seconda parte, il racconto vissuto della guerra aerea combattuta nell'Africa orientale italiana dall'inizio delle ostilità (10 giugno 1940) fino alla caduta della Colonia, allorché fu occupata dagli inglesi nel maggio 1941. La terza parte racconta la guerra aereonavale combattuta nel Mediterraneo e in particolare la battaglia del 13-16 giugno 1942, detta di Pantelleria.
Il libro è stato realizzato in numero limitato di copie ed è diretto particolarmente a chi, non avendo avuto esperienze di guerra, può farsi un concetto di quelle allora combattute sui diversi fronti dal 1938 al 1942. Chi fosse interessato ad averne copia, al prezzo scontato di 12 euro comprensivo di spese di spedizione, può rivolgersi all'Istituto del Nastro Azzurro, Via dell'Arsenale 39, Pesaro, tel. 0721 30081  oppure compilare un bollettino postale intestato all'Istituto: conto corrente n. 11943610.

Il volto inedito, e soprattutto intimo, di Giuseppe Mari, partigiano e combattente, poi politico, amministratore pubblico e anche presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, emerge dal volume “Addio alle nostre armi”, curato da Mario Omiccioli. È il volto del poeta, svelato da pagine e pagine di versi appuntate in solitudine e rimaste finora chiuse in fondo a un cassetto. L'Amministrazione provinciale ha voluto così rendere omaggio al “Comandante Carlo” (era questo il nome con cui lo aveva ribattezzato la Resistenza) dopo la recente riedizione di “Padellino”, il racconto per ragazzi scritto da Giuseppe Mari per raggiungere le giovani generazioni e invitarle a non dimenticare la tragedia della guerra.
Il libro è stato presentato il 28 giugno nella sala del Consiglio delle autonomie “Adele Bei” della Provincia durante una cerimonia che ha visto anche l'intitolazione della “Sala dei cittadini” a Giuseppe Mari.

Hossein Fayaz ha pubblicato un nuovo libro, “Dialogo e Integrazione” nella collana “Quaderni Mediorientali”. L'autore, nato a Kashmar (Iran) nel 1943, vive in Italia dal 1967. Fra le sue precedenti pubblicazioni, “Io musulmano in Italia – quale Islam in Europa?”.
"Dialogo e Integrazione" affronta (dalla parte degli immigrati e con l'ottica di uno di loro) la questione della loro integrazione in Europa. Inevitabilmente parla del rapporto tra Islam e democrazia, del terrorismo jihadista, della rivolta delle banlieues francesi e del futuro delle nuove generazioni di musulmani in Europa. Nell'era delle azioni terroristiche compiute da persone che si definiscono musulmane, della guerra preventiva dell'amministrazione Bush come risposta in Iraq e delle minacce di un attacco militare all'Iran, spiega perché è necessario il dialogo tra il mondo islamico e quello cristiano, e perché "pace" è divenuta la parola più importante del nostro tempo, per tutti gli abitanti della terra. Il libro, pubblicato da Fayaz Editore, viene distribuito dal Lulu (www.lulu.com) all'indirizzo www.lulu.com/content/322578.

“Ho coronato a 80 anni il mio sogno, diffondere il dialetto pesarese nelle scuole”. Marcello Martinelli, autore di un dizionario e grammatica in dialetto pesarese, ha ricevuto in questi giorni un regalo inaspettato dai figli per il suo compleanno: la presentazione in una bella veste editoriale delle “Avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi, tradotto in dialetto pesarese, con illustrazioni fuori testo di Giuseppe Ballarini. “Il libro verrà donato alle biblioteche cittadine e alle scuole pesaresi. “E' un'operazione culturale molto interessante” ha detto Antonio Faeti, docente di Letteratura per l'infanzia all'Università di Bologna, “perché, insieme alla traduzione in dialetto bolognese, è l'unica trasposizione in vernacolo del celebre romanzo di Collodi”. Per Luigi Maria Bianchini, che ha voluto fortemente la realizzazione di questo libro: “Questo lavoro è importante perché coniuga la favola al dialetto. Da una parte la favola rispecchia l'idea che l'uomo ha della vita e la capacità di sviluppare la fantasia, il rapporto interpersonale di gruppo e di proteggere i bambini da inutili ansie. L'altra componente, il dialetto, sta ad indicare un sistema linguistico d'ambito geografico o culturale, che spesso si basa sull'uso parlato quotidiano. In questo caso la favola di Pinocchio viene trasposta al modo di essere e di pensare dei pesaresi, rapportandola al loro ambiente, storia, formazione spirituale, con un linguaggio dialettale che ricrea e conferisce connotazioni espressive proprie”.

Il primo capitolo dell'opera è stato pubblicato sullo Specchio n. 65, (maggio 2003). E' disponibile anche su Internet, collegandosi al sito www.lospecchiodellacitta.it.


Sullo sfondo delle colline affacciate sul mare, tra Pesaro e Fano nasce l'esilio poetico di Laura De Biagi che firma l'omonima raccolta in versi, da poco in libreria. Con “Esilio in erba” (Manni editori), Laura De Biagi offre un itinerario intimo nelle poesie composte tra il 1997 e il 2002. “Una coreografia che alterna le due figure del volo a braccia larghe e dell'allaccio alla radice'', ha scritto il critico Enrico Capodaglio.
L'autrice, insegnante, ha animato per oltre vent'anni la redazione del “Gusto dei contemporanei”, curando personalmente alcuni dei quaderni più preziosi della collana, in particolare quello dedicato a Mario Luzi ed Edmond Jabès. La sua è una vita appartata, nelle campagne tra Pesaro e Fano. E il titolo della raccolta, rimanda appunto a “una posizione defilata - commenta Paolo Teobaldi - sopraelevata appena quel tanto che basta per osservare con chiarezza il paesaggio circostante e per seguire con uno sguardo partecipe i mutamenti in atto nella nostra società e i suoi tormenti”.
 
“Scambio d'identità” (Foschi editore) è il romanzo d'esordio di Mauro Ferri, che affronta temi in voga come i viaggi del tempo e la manipolazione della mente. E' una sorta di metempsicosi che viene affrontata da un punto di vista narrativo in maniera innovativa; infatti l'autore cerca di far entrare il lettore, con la sua mente, nel corpo di persone vissute in epoche diverse. Il libro presentato al Salone Internazionale di Torino, è stato definito “sensuale”, “razionale”, “spirituale”: una fiaba moderna, il viaggio della coscienza in un buco nero, proiettata nell'Atene di Socrate. Un tesoro da recuperare e numerose insidie da evitare fanno da sfondo alle avvincenti esperienze dei protagonisti che devono fare i conti con un altro corpo, con un diverso ruolo sociale e a volte con un diverso sesso.

Una vita per il canto. È quella del tenore Mario Tiberini di cui quest'anno si celebrano i 180 anni della nascita. Per rendere omaggio all'artista che San Lorenzo in Campo vanta tra le “glorie marchigiane del passato”, avendogli dato i natali nel 1826, la Provincia ha organizzato un pomeriggio tra musica e storia locale tutto dedicato a uno dei maggiori tenori del ‘900. L'occasione era la presentazione della monografia “Mario Tiberini - Tenore (1826-1880)” di Giosetta Guerra che ricostruisce la vita, la famiglia e la carriera dell'artista.

 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Speciale  
  Rossini e la Colbran: eutanasia di un amore
<



Immagini  
  Eva Garden: non è un trucco
<
  Gelateria del Porto: 30 gusti… scegli il tuo
<
  Boutique Blanche
<
  Nozze
<
  Immagini
<



TuttoPesaro  
  Via Milite ignoto c'è
<
  La Piazzetta Esedra Ciacchi e Marco Livio Druso
<
  Il mio commiato dal Comune di Pesaro
<
  Candelara in festa
<
  La scuola primaria di Cattabrighe
<
  “La scuola in gioco”
<



TuttoFano  
  Il restauro di San Francesco
<
  Il cimitero delle idee
<
  A Franca
<



Opinioni e Commenti  
  Marcinelle: l'inferno dei “macaronì”
<
  Le cento candeline dello “Specchio”
<
  Le quote rosa e le quote azzurre
<
  Visti da vicino - don Guido Berardi
<
  Il vangelo di Giuda e… dintorni
<
  Predicare bene e razzolare male (2)
<
  I do sulded
<
  A Fausto, 33 anni dopo
<



Salute e Società  
  La prevenzione dei tumori della pelle
<
  Una proposta per l'assistenza agli anziani
<
  Un figlio, una madre
<
  Le punture dei pappataci
<



TuttoSport  
  Calcio: I nuovi biancoRossi
<
  Scavolini-Spar: pronti per la scalata
<
  Scuola di Pesca e Scuola di Vela: iscrizioni
<



Lettere e Arti  
  Pergola: una mostra
di Archimede Santi

<
  Le donne di Pascoli
<
  La “Piccola Bottega dei Capolavori” di Claudio Sora
<
  L'Actors Studio di Pesaro
<
  La 3^ edizione di PesaroHorrorFest
<
  Le donne di Pesaro
<
  L'arte è donna
Un itinerario internazionale

<
  L'elogio del parroco (ignaro)
<
  Questioni di lingua: Fare shopping in tempo reale
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa