Ricerca nel sito: Parola Esatta
Luglio-Agosto 1998 / TuttoPesaro
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

La Lettera pastorale del nuovo Vescovo di Pesaro

Italia come terra di missione

Monsignor Angelo Bagnasco, nuovo Vescovo di Pesaro, a soli quattro mesi dal suo ingresso in Diocesi, ha consegnato domenica 28 giugno la sua prima lettera pastorale dal titolo "Ti rendo lode, Padre", frutto dei primi quotidiani incontri con le realtà parrocchiali, le singole persone e i vari gruppi ecclesiastici e sociali. Nella Lettera, redatta in sei capitoli, vengono affrontate numerose ed importanti tematiche della Chiesa e della odierna società, con particolare riferimento alle inquietudini che affliggono l'uomo di questo fine millennio.

"Ti rendo lode, Padre", si apre con una analisi delle modernità, accennando all'ambiguo risveglio del sacro (magia, esoterismo, nuovi fenomeni religiosi...) e delle sue mistificazioni (false libertà e varie forme di ribellione); la maschera dell'uomo d'oggi, il peccato, con la sua "paga" di solitudine che investe soprattutto anziani e giovani, questi ultimi sempre più in ricerca di un punto di riferimento e di persone con cui instaurare un dialogo significativo per la loro vita. Si approda poi al sacramento della Confessione ( o Riconciliazione), al vero senso della festa che il mondo di oggi fatica a vivere, per giungere così alla madre di tutte le feste: l'Eucarestia.

Che segno vuol dare la Lettera per la società del nostro tempo? Anzitutto è il segno di un cammino che si avvicina a grandi passi verso il Giubileo del 2.000 e vuole essere una risposta il più possibile pronta e tempestiva alle indicazioni del Papa per il 1999, quando ci invita a riscoprire il volto della Misericordia del Padre, il sacramento della penitenza e la virtù della carità evangelica. Il secondo aspetto è certamente quello di restare inseriti, come Chiesa pesarese, nel solco della Chiesa universale e così, traendo spunto dalla nostra concreta realtà, camminare sempre più insieme e in termini di sempre maggior efficacia.

La figura evangelica del "Figliol prodigo", su cui è tessuta la Lettera pastorale, che messaggio può avere per l'uomo del nostro tempo? E' un messaggio di estrema urgenza, di grande fascino e di grande bellezza, perché l'uomo d'oggi ha bisogno di riscoprire la paternità di Dio per riuscire a superare le solitudini che lo affliggono, soprattutto quella "interiore", oltre alle grandi paure che albergano nascostamente nel cuore dell'uomo contemporaneo e che si possono più facilmente superare in un rapporto riscoperto con la paternità di Dio.

Il lettore meno addentro alle questioni di fede che cosa vi può trovare? Anzitutto alcune istanze per l'uomo d'oggi, un esame ed una lettura del nostro tempo che ritengo possano essere condivise da tutti. In secondo luogo alcune proposte anche in ordine alla soluzione di problemi, desideri e aspettative della modernità, come per esempio le varie forme d'incontro, solidarietà e compagnia che l'uomo moderno desidera e che possono esser oggetto di una attenta riflessione e di azione da parte di qualunque persona, credente o non credente. La Chiesa ha infatti un debito con il mondo e con l'Europa in particolare, divenuta ormai terra di missione. Essi hanno tutto il diritto di riascoltare il Vangelo: la sfida è, semmai, sfondare una certa indifferenza.

Lei affronta anche il tema della nuova evangelizzazione alla quale Giovanni Paolo II spinge con grande vigore tutta la Chiesa. Quali sono le vie preferenziali? Di iniziative specifiche non faccio menzione perché sto consultando ancora i vari organismi di partecipazione ecclesiale. L'argomento in questione viene introdotto da una breve riflessione sulla vera natura della fede e su alcune riduzioni che chiamo "Cristianesimo senza Cristo", "Cristianesimo senza cuore", "Cristianesimo senza Chiesa". Le vie della nuova evangelizzazione partono cominciando dalla preghiera di tutti, dalla partecipazione dei laici alla missione; dalla consapevolezza che la fede non è un fatto privato e che perciò si deve vedere in tutti i settori coinvolgendosi nella cultura fino alla preferenziale della carità sommamente evangelizzante, senza dimenticare il grande bisogno di speranza dell'uomo contemporaneo. Ma soprattutto partendo dalla contemplazione del volto materno della Madre del Salvatore che il Papa ci presenta come "esempio perfetto di amore".

Giampiero Cernuschi


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaboratoa questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



TuttoPesaro  
  La Lettera pastorale del nuovo Vescovo di Pesaro
<
  La voce della Palla
<
  Pesaro scoppia di traffico?
Facciamo come a Napoli!

<
  Fontane a Pesaro
<
  A proposito di ambiente
<
  Quando si andava solo in bicicletta
<
  Dó strofétt butèd maqua par el Spècch de la cità
<



TuttoFano  
  'I Mesi' di Fabio Tombari: Luglio e Agosto
<
  Fano tra poesia e storia: Uno sguardo sul mare
<
  TuttaFrusaglia
<



Opinioni e Commenti  
  Editoriale: Detenuti e burocrazia
<
  Difesa dei consumatori
<
  Maggioritario o proporzionale?
<



Salute   
  La termoregolazione della macchina umana
<
  Come rilassarsi e vivere felici
<
  Alimentazione e salute
<



TuttoSport  
  L'epopea della scherma pesarese
<
  Sportivi all'occhiello:
Lorenzo Leoni

<



Lettere e Arti  
  Storie di ville e cantanti dell'800
<
  Le Favole di Fedro in pesarese: La volpe e la maschera da teatro
<
  La Divina Commedia
in dialetto pesarese

<
  La chiesa di San Bernardino:
un gioiello del Rinascimento

<
  Lo Specchio dei piccoli
<
  Recensioni
<
  Poesie
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa