Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2010 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il presidente e la felicità

Chi non vuol essere felice alzi la mano! La serenità, il benessere sono ottime condizioni umane ma la felicità appartiene alla più alta delle dimensioni. Ebbene noi nella nostra provincia abbiamo un presidente che ha fra i suoi obiettivi quello di realizzare una comunità più felice. Matteo Ricci insegue un sogno: quello di far diventare la provincia di Pesaro e Urbino la prima in Italia per il suo “benessere interno lordo”. È per questo motivo che, nel Piano Strategico dell'amministrazione provinciale, ha inserito il sottotitolo di “Provincia 2020” dove si parla di progetti per una comunità più felice. Il primo ad accorgersi che il Pil (Prodotto interno lordo) misura tutto, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta, fu Bob Kennedy nel 1968. In effetti il Pil misura fenomeni come l'inquinamento dell'aria o il numero delle serrature speciali che si mettono nelle case per difendersi dai delinquenti ma non tiene conto dello stato di salute di una comunità. L'intuizione del presidente americano fu rivoluzionaria per l'epoca. Non dobbiamo meravigliarci, però, perché gli USA sono la nazione che ha posto, nella sua dichiarazione di indipendenza, fra i diritti inalienabili anche quello della ricerca della felicità. Oggi anche la Commissione europea sta cercando di individuare un indice che, oltre alla crescita economica, possa misurare altri valori quali: istruzione, sanità, ambiente, sicurezza, partecipazione alla vita pubblica e – per ultimo, ma non per importanza – il tema delle disuguaglianze.
Oggi che in Italia l'economia non cresce e si sta allargando la forbice tra chi è più ricco e chi è più povero, anche un prestigioso quotidiano come Il Sole 24 Ore, ha scelto la strada di una nuova classificazione. In questa graduatoria sul “benessere interno lordo” la provincia di Pesaro Urbino è sesta. È evidente che i maggiori fattori che rendono felice una persona, quali salute, affetti, relazioni, spiritualità, appartengono alla sfera privata. Per questo, la persona deve essere messa al centro dello sviluppo riconoscendo che l’individuo ha bisogni materiali ma anche spirituali ed emozionali. Il miglioramento degli standard di vita deve comprendere il benessere interiore. In tal senso l’Amministrazione provinciale vuole perseguire la valorizzazione della cultura e la protezione dell’ambiente. Lo sviluppo deve puntare ad aumentare la felicità delle persone piuttosto che la crescita economica. Con la consapevolezza che non saremo mai la provincia più ricca d’Italia (oggi siamo più o meno a metà classifica) Matteo Ricci ha l’ambizione di far diventare il nostro territorio leader per la qualità della vita ed il benessere interno lordo. Immagina, cioè, una comunità più felice. Anch’io sono un sognatore ed ho abbracciato, da subito, questa concezione del nostro vivere sociale. Perché non è solo “filosofia”, dietro ci sono progetti molto concreti. Per esempio: 1) Un piano dei rifiuti che preveda la raccolta differenziata non come un’opzione ma come un dovere; 2) un piano delle attività estrattive che ci faccia abbandonare l'idea folle di importare, per forza, il materiale necessario dalla Croazia; 3) un piano energetico che ci faccia diventare “la provincia del sole e del vento”; 4) un nuovo ospedale provinciale d’eccellenza per Pesaro e Fano, la prima città delle Marche; 5) un piano strategico per il turismo dove la barriera naturale dell’Appennino venga sfondata attraverso la Fano-Grosseto e dove l’asse Pesaro-Fano venga assicurato dall’arretramento della ferrovia liberando il litorale.
Se questo scenario venisse realizzato, gli abitanti della provincia di Pesaro e Urbino potrebbero sentirsi più felici? Penso di sì, ma io sono un vecchio, un vecchio sognatore…

Stefano Giampaoli


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  Le scelte delle femmine
<



Tutto Pesaro  
  'Candele a Candelara': la luce che emoziona
<
  I ragazzi del Vallato
<
  L'angolo di Nic
<
  Mostra di Papagni
<
  Il verde di Piazza Redi
<
  Ciao Tonti Rosa
<
  La Croce Rossa per gli anziani
<
  Non dormire in piedi
<
  La stanza dei pensieri
<
  A spass sa Pasqualon
<



Tutto Fano  
  Buon anno dalle Fano Girls
<
  La tassa sulla cultura
<
  I presepi alla Pinacoteca San Domenico
<
  Vivere a Bellocchi
<
  El marsian
<



Opinioni e Commenti  
  Il presidente e la felicità
<
  Padrini e raccomandazioni: una piaga millenaria
<
  Un'economia fondata sulle auto
<
  Pillole di storia: Mazzini e le 'sorelle d'talia'
<
  1945: I maori a Camerino
<
  L'impegno dell'Europa per le piccole e medie imprese
<



Società  
  Voglia di burqa
<
  Epitaffi Messicani
<
  Voci su Internet
<



Salute  
  Emozioni, fame e obesità
<



Tutto Sport  
  Scavolini Siviglia. Dopo il diluvio
<
  Volley rosa: buona la prima
<
  Il Lucchetti Day
<
  'Pesaro Bowl 2010”'
<



Lettere e Arti  
  I colori del buio
<
  Le foto di Gambelli
<
  Visti da vicino: Silvana Sisi
<
  Intus Labor
<
  Giulio Grimaldi e 'Maria risorta'
<
  La festa del GAD
<
  La Tempesta di Minelli
<
  Torna in scena 'OperaX'
<
  Canta che ti passa!
<
  Tutti i corsi dell’Unilit
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa