Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2008 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il restauro della chiesa di S. Francesco


Se vuoi vedere il cielo attraverso il tetto di una chiesa, non occorre che tu vada alla celebre abbazia di San Galgano, vicino a Siena. Basta andare nel centro di Fano. Ecco che la luna fa capolino dalla chiesa di S. Francesco, che i fanesi conoscono come il mausoleo dei loro antichi signori, i Malatesta. Purtroppo, per ora, il cielo lo potrai vedere dalle sbarre di un cancello, perché il prato che ricopre l'intero pavimento non è ancora accessibile, ma speriamo lo sia presto. Finalmente, infatti, la città di Fano mette mano ai lavori a S. Francesco: un importante restauro che renderà merito all'amministrazione comunale e ai suoi dirigenti culturali. Forse ai lettori dello “Specchio della città” interessa una breve storia di questo importantissimo monumento cittadino.
Costruito a partire dal 1255, come si legge in una bolla papale di papa Alessandro IV, S. Francesco fu scelto come luogo di sepoltura per il ramo fanese dei Malatesta, signori di Rimini e Fano. Le arche funerarie di Pandolfo III Malatesta e dell'amatissima prima moglie Paola Bianca, oggi all'esterno, erano all'interno della chiesa e furono spostate nel 1659 nel loggiato che la precede. La tomba della “Gran Signora” come la chiamavano i fanesi, morta giovanissima nel 1398, è opera dello scultore veneziano Filippo di Domenico, allievo dei Dalle Masegne. La dama appare sdraiata nel sonno della morte sul coperchio dell'elegantissimo sarcofago. Gotica è anche la tomba del medico di corte Bonetto da Castelfranco, con la lastra tombale in rosso di Verona con lo stemma araldico del liocorno e lo stemma malatestiano. Rinascimentale è invece la tomba di Pandolfo III (+1427), commissionata dal figlio Sigismondo Pandolfo, signore di Rimini, quasi certamente a Leon Battista Alberti, che nel frattempo costruiva il Tempio Malatestiano di Rimini.
Dell'antica chiesa gotica oggi sopravvivono solo parti dei muri perimetrali, mentre dell'originario convento invece non rimane alcuna traccia. L'interno della chiesa fu, infatti, completamente rimaneggiato a metà Ottocento dall'architetto senigalliese Giuseppe Ferroni e dall'ingegnere Angelo Innocenzi che eliminarono le absidi e i pilastri gotici e vi ricavarono un unico ambiente, rivestito di un maestoso colonnato di semicolonne corinzie di stucco e gesso imitanti il marmo, in gusto tipicamente tardoneoclassico, ma nell'insieme grandioso ed equilibrato.
L'intervento ottocentesco però compromise seriamente la statica dell'edificio, tanto che si rese necessario un intervento di consolidamento nel 1899 finché, nel 1930, un violento sisma costrinse all'abbattimento della copertura e della sopraelevazione ottocentesca e oggi la chiesa, scoperchiata a mo' di rovina romantica, è in stato di totale abbandono. E il destino non fu crudele solo con la chiesa, ma anche con gli uomini. Quasi che l'edificio portasse una maledizione, mentre l'architetto Ferroni vi lavorava, la figlioletta quindicenne Maddalena si ammalò gravemente e in breve morì. Ecco la ragione di quella tomba, appesa alla parete di destra, appena all'ingresso della chiesa e oggi non visibile dal cancello, ma che presto speriamo sia restaurata e offerta alla visione del pubblico. Il padre, addolorato, commissionò il monumento allo scultore pesarese Pietro Gai che fece il ritratto a bassorilievo della fanciulla tra due geni alati che reggono le torce che danno luce ai morti.

Luciano Baffioni Venturi


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  La guerra sull'asfalto
<



Speciale Natale  
  Auguri di Buon Natale
<
  Candele a Candelara
<
  Un Manzoni per Natale
<
  Una “Pigotta” per un bambino
<
  Letterina di Natale - Il pagliericcio vuoto
<
  Artruvè el Nadèl
<



TuttoPesaro  
  I 100 anni di Umberto Cardinali
<
  Acacia Scarpetti e il Piano del San Bartolo
<
  Il dono della 'Fattora'
<
  Il falegname artista
<
  Un conto di 230 euro per quattro persone
<
  Per mezzo secolo fedele
<
  Pesaro SU e GIU'
<
  Il centro culturale 'Maria Rossi'
<



TuttoFano  
  I campioni della 'Fortuna d'oro'
<
  A Casanova il Premio Federichino
<
  Piano regolatore e mobilità
<
  Il rifugio per bimbe di Lucia Di Lüttichau
<



Storia  
  Pillole di storia: Il terremoto di Messina
<
  La rivincita di Pearl Harbour
<



Opinioni e Commenti  
  L'elezione di Barack Obama a presidente degli Stati Uniti
<
  Hanno detto
<
  L'Europa schiacciata tra Usa e Urss
<
  Confartigianato: 'bonus sociale' sulle bollette elettriche
<



Società  
  Basta con le auto in centro!
<
  Il forno solare a scatola
<
  I 4000 numeri della Settimana Enigmistica
<
  Voci su Internet: l'uomo tecnologico
<
  Voci su Internet: Immagini dal mondo
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: La forza del collettivo
<
  Volley rosa: l'invincibile armata
<
  Lo Sport per diventare 'Grandi'
<
  Kung fu: ori e argenti all'Europeo di Lugano
<



Lettere e Arti  
  Mario Melani ambasciatore del belcanto
<
  Marina con porto e navi
<
  Franco Bucci al MIC di Faenza
<
  Il calendario di Bruno Baratti
<
  Visti da vicino: Umberto Piersanti
<
  Grande apertura di stagione al Teatro Rossini
<
  Serata teatrale per i 40 anni dell'Ottica Venturi
<
  Piccoli per teatri
<
  Il restauro della chiesa di S. Francesco
<
  Mario Mariani tra Londra e Tallin
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa