Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2008 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Il calendario di Bruno Baratti


A distanza di sei mesi dalla scomparsa, Aspes SpA rende omaggio al grande ceramista Bruno Baratti dedicandogli l'ormai tradizionale calendario edito delle Farmacie Comunali di Pesaro. E' la prima edizione di un progetto triennale (firmato da Viviana Bucci in collaborazione con Elio Giuliani) che prevede la realizzazione di calendari dedicati alla decorazione nella ceramica pesarese. Questo calendario, stampato in 10 mila copie e distribuito gratuitamente in tutte le farmacie comunali di Pesaro, riproduce i dodici mesi dell'anno: piatti di grande pregio realizzati dall'artista alla fine degli anni '80.
Bruno Baratti, nato il 31 dicembre 1911, è stato uno degli interpreti del Novecento pesarese. Quello di Baratti può essere definito un “istoriato moderno”, dove l'antica tradizione pittorica pesarese e un'abile sperimentazione si uniscono in un rinnovato linguaggio. La sua bottega è stata una piccola e silente esposizione di ceramiche d'arte. Il carnevale è stato uno dei temi più frequentati da Baratti accanto alla maternità, a soggetti religiosi e pagani e a scene di vita marinara e contadina.

"Un folletto se n'è andato"

Da ultimo non usciva più di casa ed era già plurinovantenne. In quest'anno 2008 se n‘è andato. Ho voluto sentirlo quasi fino all'estremo, anche se la memoria svaniva ogni giorno di più, e quando ormai da qualche anno il suo bel laboratorio in Piazza Collenuccio a Pesaro aveva il portone chiuso. Lo salutai per l'ultima volta dal portone dell'adiacente palazzo, dove abitava, suonando il campanello e parlando al citofono. Già non si ricordava più di me, saranno passati da adesso cinque anni, e soltanto quando aggiungevo il nome di Faenza avveniva l'illuminazione. (…)
Baratti, forse, fu il più eccellente o fra i più eccellenti della sua generazione non solo per una rilettura rigeneratrice della maiolica dipinta ma anche per i contenuti favolistici, mitologici, popolari dall'origine, per almanacchi e lunari, non popolarizzati dall'aulico voglio dire ma che provenivano dai conti, dalle fole, dalle radici e poi da certi esiti tardi del Novecento, senza dubbio, che situerei fra il fossombronate Anselmo Bucci e il misterioso, e ben altrimenti intrigante francese Balthus. Spiritello com'era, Baratti aveva delle buone antenne e le sue qualità le seppe mettere all'opera da giovanissimo, e a coniugarle. Poi, gli riusciva di far sorgere dal fuoco opere tecnicamente perfette in modo che non così spesso se ne vedono nei secoli stessi del massimo splendore della maiolica. Una fusione mirabile fra i vari elementi, processi fisico-chimici, mineralogici di grande poesia, che si lascian controllare da buoni, accorti domatori del fuoco come Baratti. Ne sono un esempio questi stessi “Mesi dell'anno”, fortunatamente acquisiti dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Pesaro. (…)
E' appartenuta a questa sfera, a questa atmosfera, anche il saluto che gli è stato dato in Cattedrale a Pesaro dove si è tenuta come riservata una  piccola riunione di persone proprio amiche, e vi si coglieva qualcosa come una tenerezza diffusa, una mestizia trattenuta, e la giornata d'azzurro e di sole conciliava piuttosto con il ricordo dell'esuberanza del defunto. Mi sono soltanto più volte ripetuto, anche quel giorno soffermandomi sul sagrato della chiesa, che la scomparsa di Bruno Baratti sigillava veramente la fine di un'epoca, di secoli, della nostra storia, di una civiltà che potevamo credere inarrestabile. Quando rifacciamo la storia di quel che di tutti noi riprese a vivere alla fine della seconda guerra mondiale, ci si rende conto che l'artigianato con l'arte segnarono la possibilità di risorgere dalle peggiori situazioni. Quel che poté fare l'opera di Baratti con quella di altre personalità, un po' in tutta Italia, appartenne ad una grande opera collettiva al di là delle stesse presenze individuali, oltre le soggettività degli stessi particolari talenti.
(Tratto dalla presentazione di Gian Carlo Bojani)


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Primo Piano  
  La guerra sull'asfalto
<



Speciale Natale  
  Auguri di Buon Natale
<
  Candele a Candelara
<
  Un Manzoni per Natale
<
  Una “Pigotta” per un bambino
<
  Letterina di Natale - Il pagliericcio vuoto
<
  Artruvè el Nadèl
<



TuttoPesaro  
  I 100 anni di Umberto Cardinali
<
  Acacia Scarpetti e il Piano del San Bartolo
<
  Il dono della 'Fattora'
<
  Il falegname artista
<
  Un conto di 230 euro per quattro persone
<
  Per mezzo secolo fedele
<
  Pesaro SU e GIU'
<
  Il centro culturale 'Maria Rossi'
<



TuttoFano  
  I campioni della 'Fortuna d'oro'
<
  A Casanova il Premio Federichino
<
  Piano regolatore e mobilità
<
  Il rifugio per bimbe di Lucia Di Lüttichau
<



Storia  
  Pillole di storia: Il terremoto di Messina
<
  La rivincita di Pearl Harbour
<



Opinioni e Commenti  
  L'elezione di Barack Obama a presidente degli Stati Uniti
<
  Hanno detto
<
  L'Europa schiacciata tra Usa e Urss
<
  Confartigianato: 'bonus sociale' sulle bollette elettriche
<



Società  
  Basta con le auto in centro!
<
  Il forno solare a scatola
<
  I 4000 numeri della Settimana Enigmistica
<
  Voci su Internet: l'uomo tecnologico
<
  Voci su Internet: Immagini dal mondo
<



TuttoSport  
  Scavolini-Spar: La forza del collettivo
<
  Volley rosa: l'invincibile armata
<
  Lo Sport per diventare 'Grandi'
<
  Kung fu: ori e argenti all'Europeo di Lugano
<



Lettere e Arti  
  Mario Melani ambasciatore del belcanto
<
  Marina con porto e navi
<
  Franco Bucci al MIC di Faenza
<
  Il calendario di Bruno Baratti
<
  Visti da vicino: Umberto Piersanti
<
  Grande apertura di stagione al Teatro Rossini
<
  Serata teatrale per i 40 anni dell'Ottica Venturi
<
  Piccoli per teatri
<
  Il restauro della chiesa di S. Francesco
<
  Mario Mariani tra Londra e Tallin
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa