Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2001 / TuttoSport
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Sportivi all'occhiello: i pattinatori (3)

Terza puntata della “Via col vento” di Massimo Ceresani, sulla storia del pattinaggio pesarese e fanese. Questa volta vi presentiamo: Gino Rondina, Enzo Boiani e Corrado Amori.

GINO RONDINA

Nato nel 1925, originario di Cuccurano, Rondina marcò un'epoca; col suo valore sportivo e con i suoi risultati resta l'elemento di spicco di tutto il rotellismo provinciale. Estroso, allegro, burlone, spregiudicato, voglioso di provare esperienze sempre nuove e rischiose, egli non era un gran stilista (consumava infatti una ruota più delle altre), ma un gran fondista, un “diesel” (mai tra i primi ad inizio gara, coperto e pilotato tatticamente dall'amico Guido) con un eccezionale spunto finale. Per allenarsi con alcuni compagni preferiva il tratto Fano-Fossombrone e ritorno perché equivalente a quello della gara “Como-Seveso” (che poi vinse); ma arrivò a toccare in alcune uscite (con ruote di legno!) perfino Pontericcioli di Cantiano.
Tanti i suoi risultati di prestigio, tra cui: Ferrara, Piazza Ariostea, km. 5 e 10 per Campionato italiano una vittoria e sempre nei primi 5; quarto al giro di Lombardia a tappe; 3° a Monfalcone; vittoria nella “Como-Seveso” di 46 km con titolo italiano; piazzamento di prestigio nella classifica tricolore a punti della doppia prova “Roma-Ostia” e “Como-Seveso”; vittorie in quasi tutte le gare locali e titoli regionali.
Avrebbe potuto pattinare ancora tanto, ma nel 1953 si sposò e raggiunse i genitori operai negli States. Ma a Newport, nel Rhode Island, non cambiò carattere e comportamento, non mise giudizio, come avrebbe voluto la moglie Enrica; continuò a pattinare su rotelle e su ghiaccio, fino ad approdare ad una nuova eccentricità: la motonautica. A Newport arrivò a vincere anche alcune gare di fuoribordo. Intanto ai sogni delle gare stava subentrando sempre più un intenso lavoro di officina; poi il richiamo delle origini, il ritorno in Italia nel 1964. Ricominciò con un distributore di carburante, ma il suo estro voleva ancora qualcosa di nuovo: fabbricare baby karts e mini auto elettriche, con fortuna. Ma un male impietoso lo rapì nel 1989; a quegli sportivi che hanno memoria, ed al suo amico per sempre Guido, resteranno indelebili le sue imprese.

ENZO BOIANI

Un anno di risparmi (in tempi grami) occorse al quindicenne Enzo per comprare il primo paio di pattini a morsetto! Ma era un'esigenza; quei pattini proprio doveva comprarli, sia per moda, sia per convinzione sportiva. Pattinando in amicizia l'appetito venne poi aumentando, verso quei Polar tedeschi che costavano la fortuna di 500 lire. Il conflitto poi ridusse le possibilità di pattinaggio, ma non l'appetito di quella moda repressa. Ecco allora l'ingegno, presso quella capanna di sottomonte. La predisposizione all'interesse meccanico, il gusto di manipolare metalli (sagomando e fondendo), la collaborazione dello zio Guido Cocco prima e del fratello Bruno poi, il gruppo di amici che premeva e pendeva, quei saloni della G.I.L. finalmente liberi…: ecco nascere anche a Pesaro il gruppo dei rotellisti. A lui il merito di essere stato il collante di un movimento nascente, di aver creato i primi rudimentali pattini (poi sempre più perfetti), di aver fortissimamente voluto la pista del mare (nata nel '59), anche con opera diretta di manovalanza. Come pattinatore Enzo (nato nel gennaio del '23) raggiunse discreti livelli, si piazzò, ma non centrò risultati. C'era anche lui su quel furgone aperto del Corriere per recarsi ai Campionati italiani di Ravenna con Rondina e gli amici fanesi, come in tante altre gare. C'era anche lui in porta con la squadra da hockey quando occorreva “tappar buchi” per necessità. Tuttavia la sua doverosa menzione è legata, come accennato, a ben altro: la sua fabbrica di pattini fu di supporto ed assistenza a tutto il movimento (perfino nella personalizzazione dei perni, in base al peso del pattinatore), evolvendosi ed adeguandosi oggi alle richieste ed alle innovazioni (come i rollerblade) di un mercato sempre più esigente (i campioni usano “Boiani”), sdoppiandosi per distinti settori (Enzo segue la produzione “corse”, Bruno quella da “artistico” e da “hockey” ) e fornendo ogni parte del pianeta. Anche questo è un fiore all'occhiello per Pesaro.

CORRADO AMORI

Nell'attività del gruppo pesarese fu sempre presente; a livello agonistico ottenne buoni piazzamenti soprattutto nell'immediato dopoguerra, come qui di seguito elencato: nel '46 a Ravenna fu terzo nei 10.000 metri strada ed a Ferrara si piazzò; nel '47 ai Campionati italiani pista fu nei primi dieci nei 500, 3.000 e 5.000 metri; nei primi 20 alla “Como-Seveso-Como” ed alla “Roma-Ostia” (in 2ª categoria); passato in 1ª categoria, si classificò nei 10 ai Campionati italiani pista a Brescia; nel '48, in 1ª categoria, arrivò nei 15 sia a Como, sia a Roma; fu convocato a Bologna per la selezione dei Campionati mondiali a Praga.
Corrado Amori, nato nel 1928, pur partecipando a varie specialità, aveva la predilezione per le gare su lunghe distanze e da pur bravo fondista patì quelle doti di scatto che sarebbero tornate utili in certi finali di gara. Anch'egli finì risucchiato nell'attività hockeystica, negli spazi di tempo libero lasciatigli dalla sua professione di geometra; è stato presidente della locale Società per oltre un decennio (dal 1986). Il suo passato, la sua figura, la sua esperienza possono comunque tornare utili nell'auspicabile rilancio dell'attività rotellistica pesarese.

Massimo Ceresani


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Arnaldo Pomodoro
<



TuttoPesaro  
  Elvidia Ferracuti:
una voce, poco fa...

<
  Aiutiamo la speranza
<
  Pesaro in fiore
<
  Il 'fregio' della Provincia
<
  Vogliamo un docente di ruolo!
<



TuttoFano  
  I cinesi sott'olio
<
  Gli incontri culturali del Circolo 'Bianchini'
<
  Sapori e aromi d'autunno
<
  La Bottega di Mastro Archilei
<



Opinioni e Commenti  
  Il quadrilatero fantasma
<
  Attualità di don Sturzo a 130 anni dalla nascita
<
  Drogarsi per non soffrire?
<
  Preghiera di un donatore d'organi
<
  Professioni allo Specchio - Il Panettiere
<



Speciale  
  Chi è Bastian Contrario?
<
  Libertà per ogni cultura
<
  Sì globalizzazione, no colonizzazione
<
  La moltiplicazione dei pani e dei pesci
<
  La giustizia di Bin Laden
<
  Il sondaggio
<
  Lo scambio di culture
<
  I Templari alle Crociate
<



Salute  
  La bellezza femminile attraverso i secoli
<
  Ci sono anche gli estetisti seri
<
  Bellezza e fragilità delle over 50
<
  L'amore sul luogo di lavoro
<



Società  
  Scoperta la vera formula per calcolare il valore di un augurio
<
  Lo sfruttamento dei bambini
<
  Non mi piace correre inseguito dai cani
<
  Gatta ci cova!
<
  “Chi ha paura del lupo cattivo?"
<
  Lasciateci vivere il nostro consumismo
<
  Una vacanza in ospedale
<
  Contropelo: L'inglese maccheronico dell'interprete TV
<
  Voci su Internet
<



Consumatori  
  Chi c'è dietro Bin Laden?
<
  Elogio dell'olio d'oliva
<
  Il Caso: Un menù troppo magro
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Le risposte dell'ACU
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello: i pattinatori (3)
<
  I protagonisti 'storici' della Vis Pesaro: Stabellini
<



Lettere e Arti  
  Lo scultore Pedini e la Scuola d'Arte
<
  Sipario d'Inverno: i 'musici in scena'
<
  Benelli: la 'rossa' di Pesaro
<
  L'arte dello spettatore
<
  Il presepe nel buio
<
  'Appunti' Dolcini per Logli
<
  Artisti in mostra
<
  Fioriscono i poeti
<
  Vivere per scrivere
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa