Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2001 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

L'amore sul luogo di lavoro
Il parere del sessuologo
La stampa si è occupata recentemente del fenomeno piuttosto diffuso dell'amore sul posto di lavoro. Non è la prima volta che indagini socio-psicologiche di questo tipo sono state condotte in altre nazioni, prima fra tutti gli Stati Uniti dove, sia uomini che donne, specie nelle grandi metropoli, si recano al lavoro partendo da casa al mattino prolungando la propria assenza, a causa dell'orario continuato, otto-dieci ore. In questo arco di tempo non sono pochi coloro che, in uffici, ospedali, fabbriche ecc. sentono l'impulso di tradire il proprio partner.
Come mi raccontava in terapia un uomo di 42 anni della città dove io esercito la mia professione, pur avendo egli una famiglia formata da moglie e due figli, a cui si sentiva molto legato, intratteneva relazioni con addirittura due dipendenti della propria ditta. Alla mia domanda su quali difficoltà incontrasse nel gestire questa situazione, rispondeva che non era difficile in quanto queste relazioni non lo impegnavano in alcun modo emotivamente ma gli procuravano un certo piacere perché solleticavano la propria vanità con la convinzione di essere ancora in grado di “conquistare” le donne. Anche nella nostra realtà italiana, quindi, non sono pochi i casi in cui il luogo di lavoro diventa complice di amicizie strette fra persone dei due sessi. Sembra che tutto questo determini uno stimolo alla trasgressione in quanto, il gusto del proibito, agisce come una molla e determina l'attrazione dei due esseri umani. Queste relazioni, come si è detto, non inficiano in genere la vita matrimoniale in quanto sono considerate come riempitivi di un vuoto affettivo e del bisogno di trovare gratificazioni per un lavoro molto spesso insoddisfacente.
E' interessante anche capire le motivazioni che spingono le persone a trasgredire. I sessuologi, i sociologi e gli psicologi hanno tentato di indagare sulle motivazioni che spingono a detti comportamenti. Si sono ipotizzate diverse cause: principalmente sembra essere la paura di invecchiare che porta l'individuo a verificare se il proprio fascino funziona ancora. Collegata a questa c'è il forte bisogno di sentirsi desiderati specie in quelle situazioni in cui il rapporto di coppia abituale risulta monotono ma soprattutto stanco. Forte valenza assume la curiosità nei confronti di esperienze nuove. Un modo, secondo queste persone, di illudersi, di uscire dal proprio tran tran quotidiano vissuto giornalmente.
Frequentemente però queste avventure non contribuiscono a migliorare la loro esistenza, e i protagonisti ben presto si convincono a tornare completamente alle loro famiglie. Per quanto riguarda la mia esperienza, debbo dire che in genere i pazienti che a me si sono rivolti per ottenere l'aiuto di sessuologo psicologo risultano piuttosto delusi per le conseguenze negative provate in questi incontri e denotano il perdurare di un senso di colpa che può essere alleviato con opportuna psicoterapia.

Antonino Bentivegna


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Arnaldo Pomodoro
<



TuttoPesaro  
  Elvidia Ferracuti:
una voce, poco fa...

<
  Aiutiamo la speranza
<
  Pesaro in fiore
<
  Il 'fregio' della Provincia
<
  Vogliamo un docente di ruolo!
<



TuttoFano  
  I cinesi sott'olio
<
  Gli incontri culturali del Circolo 'Bianchini'
<
  Sapori e aromi d'autunno
<
  La Bottega di Mastro Archilei
<



Opinioni e Commenti  
  Il quadrilatero fantasma
<
  Attualità di don Sturzo a 130 anni dalla nascita
<
  Drogarsi per non soffrire?
<
  Preghiera di un donatore d'organi
<
  Professioni allo Specchio - Il Panettiere
<



Speciale  
  Chi è Bastian Contrario?
<
  Libertà per ogni cultura
<
  Sì globalizzazione, no colonizzazione
<
  La moltiplicazione dei pani e dei pesci
<
  La giustizia di Bin Laden
<
  Il sondaggio
<
  Lo scambio di culture
<
  I Templari alle Crociate
<



Salute  
  La bellezza femminile attraverso i secoli
<
  Ci sono anche gli estetisti seri
<
  Bellezza e fragilità delle over 50
<
  L'amore sul luogo di lavoro
<



Società  
  Scoperta la vera formula per calcolare il valore di un augurio
<
  Lo sfruttamento dei bambini
<
  Non mi piace correre inseguito dai cani
<
  Gatta ci cova!
<
  “Chi ha paura del lupo cattivo?"
<
  Lasciateci vivere il nostro consumismo
<
  Una vacanza in ospedale
<
  Contropelo: L'inglese maccheronico dell'interprete TV
<
  Voci su Internet
<



Consumatori  
  Chi c'è dietro Bin Laden?
<
  Elogio dell'olio d'oliva
<
  Il Caso: Un menù troppo magro
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Le risposte dell'ACU
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello: i pattinatori (3)
<
  I protagonisti 'storici' della Vis Pesaro: Stabellini
<



Lettere e Arti  
  Lo scultore Pedini e la Scuola d'Arte
<
  Sipario d'Inverno: i 'musici in scena'
<
  Benelli: la 'rossa' di Pesaro
<
  L'arte dello spettatore
<
  Il presepe nel buio
<
  'Appunti' Dolcini per Logli
<
  Artisti in mostra
<
  Fioriscono i poeti
<
  Vivere per scrivere
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa