Ricerca nel sito: Parola Esatta
Dicembre 2001 / Salute
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Bellezza e fragilità delle over 50
La rubrica medica del “nonno del deserto” – La menopausa
Menopausa, in senso letterale, significa scomparsa delle mestruazioni; in senso medico, diminuzione e cessazione della funzione ovarica. L'età media in cui inizia è statisticamente 51 anni. Per motivi medici e terapeutici si parla di climaterio che è un periodo di circa dieci anni, cinque anni prima e cinque dopo la menopausa. Quindi abbiamo un climaterio premenopausale con ovulazioni sporadiche, fertilità ridotta, irregolarità mestruali; e un climaterio postmenopausale in cui l'ovaio non produce più estrogeni, però indirettamente le ovaie con i surreni producono degli ormoni androgeni (cioè maschili) tipo androstenodione che agendo sui grassi producono estrogeni in modesta quantità; le donne grasse vanno in menopausa più tardi. Questi ormoni maschili, in particolare il testosterone, mantengono elevata la libido (desiderio sessuale).
La menopausa non è una malattia, ma un periodo critico che la donna deve affrontare in modo positivo, tenendo presente che vive un terzo della sua vita in menopausa. E' sempre necessario un controllo medico generale, ginecologico e di specialisti per i disturbi più frequenti, anche se di lieve entità: con accertamenti di laboratorio, esami ematochimici, controlli mammografici, cardiovascolari, dei valori del colesterolo, della pressione sanguigna e delle conseguenze dell'arteriosclerosi che, con i difetti della circolazione sanguigna, provoca deficit nel funzionamento dei vari organi e apparati. E' sempre necessario anche il controllo del pap-test.

La dieta

Nel climaterio, con la scusa di avere così un aspetto fisico più bello e attraente (esistono concorsi di bellezza over 50), si riesce a convincere le donne a seguire una dieta non drastica, ma a lungo termine, per prevenire l'arteriosclerosi limitandosi ai grassi di origine vegetale (es. olio d'oliva), limitando i vari tipi di carne (preferendo il pesce e i formaggi).
E' bene diminuire il consumo dello zucchero e dei farinacei; un primo passo, ad esempio, sarebbe dividere un piatto di spaghetti normale tra pranzo e cena; tra i formaggi preferire la ricotta (gli spaghetti e la ricotta sono il pasto del maratoneta). Utile un uovo alla settimana. Per dolcificare è utile il fruttosio, meglio il miele che contiene anche molti minerali e vitamine. Gli antichi romani dopo la sbornia mangiavano il miele. Gli antichi greci prima di andare in battaglia mangiavano la ricotta con il miele. L'uovo, il latte, il miele sono alimenti completi perché ci crescono i pulcini, i piccini e le api.
Come esercizio fisico consigliamo il walking che tutti possono fare perché è lento, quindi aerobico, quindi ossigenante; utilizza come energia i grassi, come un motore Diesel, è antistress, antidepressivo perché l'organismo produce sostanze simili alla morfina (endorfine). Si inizia con 1,5 chilometri al dì per passare a 2-2,5-3 chilometri giornalieri camminando con un passo spedito.

Sintomi del climaterio

- Vampate di calore con sudorazione notturna, insonnia, astenia (debolezza psicofisica). Durano al massimo 2-3 anni, sono presenti nell'80% dei casi.
- Atrofia del tessuti vaginali, con secchezza per mancanza di estrogeni. La mucosa si assottiglia, perde la sua elasticità e la sua protettiva acidità, diminuisce la lubrificazione per cui il rapporto sessuale può essere fastidioso; facili le vaginiti distrofico-emorragiche. Ma sono alterazioni tessutali e disturbi facilmente curabili.
- Disturbi urinari con perdita involontaria di urina (incontinenza) da stress, minzioni frequenti da spasmi vescicali.
- Osteoporosi: si verifica una rarefazione della massa ossea che diventa meno resistente e più soggetta alle fratture, e essendo formata per l'80% da osso compatto, e per il 20% da tessuto spugnoso, si indebolisce di più nella parte spugnosa quindi nelle vertebre e alle estremità delle ossa lunghe (ad esempio il femore). Dopo i 35 anni, età della massima densità ossea, inizia la rarefazione ossea che negli uomini è dell'1% all'anno, mentre nelle donne dopo la menopausa passa dall'1 al 3% all'anno (per cui la donna a 80 anni può perdere una considerevole massa ossea fino al 50%, se non si fanno accertamenti tipo “densitometria ossea” e non si provvede con la terapia). Come prevenzione e terapia si consiglia una dieta ricca di calcio e vitamina D, aiutandosi con integratori farmaceutici. Evitare il fumo, l'abuso di alcool, la caffeina. Anche le terapie con il cortisone favoriscono l'osteoporosi. L'esercizio fisico può prevenire l'osteoporosi, specie se eseguito fin dalla giovane età; in età avanzata si consigliano le passeggiate.

La terapia

Ormoni, tibolone o isoflavoni? La terapia ideale è quella sostitutiva con gli ormoni (estrogeni e progesterone) che le ovaie non producono più in menopausa; se non esistono controindicazioni a carico dell'apparato genitale e delle mammelle. Si stabilizza la massa ossea bloccando ogni ulteriore indebolimento, oltre che eliminare i disturbi transitori di questa età critica. Da tempo è sempre usato il tibolone in quanto oltre ai benefici effetti sui disturbi della menopausa, come la terapia ormonale sostitutiva, sembra che aumenti la densità ossea per la sua azione cosiddetta “tessuto specifica”.
Dalla Cina e dal Giappone viene la scoperta dei benefici effetti sulle donne di quei Paesi dei derivati della soia: gli isoflavoni che sono fitoestrogeni (estrogeni di origine vegetale) e non hanno alcuna controindicazione, quindi si possono prendere per lunghi periodi e agiscono beneficamente su tutte le patologie della menopausa. E' evidente che ogni terapia va personalizzata dal medico di famiglia e, se necessario, con la consulenza di specialisti nell'ambito ginecologico, ortopedico e urologico.

Carlo A. Angelucci


 
 
 
 
Fattinostri  
  Hanno detto
<
  Lotto
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



PrimoPiano  
  Personaggi allo Specchio: Arnaldo Pomodoro
<



TuttoPesaro  
  Elvidia Ferracuti:
una voce, poco fa...

<
  Aiutiamo la speranza
<
  Pesaro in fiore
<
  Il 'fregio' della Provincia
<
  Vogliamo un docente di ruolo!
<



TuttoFano  
  I cinesi sott'olio
<
  Gli incontri culturali del Circolo 'Bianchini'
<
  Sapori e aromi d'autunno
<
  La Bottega di Mastro Archilei
<



Opinioni e Commenti  
  Il quadrilatero fantasma
<
  Attualità di don Sturzo a 130 anni dalla nascita
<
  Drogarsi per non soffrire?
<
  Preghiera di un donatore d'organi
<
  Professioni allo Specchio - Il Panettiere
<



Speciale  
  Chi è Bastian Contrario?
<
  Libertà per ogni cultura
<
  Sì globalizzazione, no colonizzazione
<
  La moltiplicazione dei pani e dei pesci
<
  La giustizia di Bin Laden
<
  Il sondaggio
<
  Lo scambio di culture
<
  I Templari alle Crociate
<



Salute  
  La bellezza femminile attraverso i secoli
<
  Ci sono anche gli estetisti seri
<
  Bellezza e fragilità delle over 50
<
  L'amore sul luogo di lavoro
<



Società  
  Scoperta la vera formula per calcolare il valore di un augurio
<
  Lo sfruttamento dei bambini
<
  Non mi piace correre inseguito dai cani
<
  Gatta ci cova!
<
  “Chi ha paura del lupo cattivo?"
<
  Lasciateci vivere il nostro consumismo
<
  Una vacanza in ospedale
<
  Contropelo: L'inglese maccheronico dell'interprete TV
<
  Voci su Internet
<



Consumatori  
  Chi c'è dietro Bin Laden?
<
  Elogio dell'olio d'oliva
<
  Il Caso: Un menù troppo magro
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Le risposte dell'ACU
<



TuttoSport  
  Sportivi all'occhiello: i pattinatori (3)
<
  I protagonisti 'storici' della Vis Pesaro: Stabellini
<



Lettere e Arti  
  Lo scultore Pedini e la Scuola d'Arte
<
  Sipario d'Inverno: i 'musici in scena'
<
  Benelli: la 'rossa' di Pesaro
<
  L'arte dello spettatore
<
  Il presepe nel buio
<
  'Appunti' Dolcini per Logli
<
  Artisti in mostra
<
  Fioriscono i poeti
<
  Vivere per scrivere
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa