Ricerca nel sito: Parola Esatta
Aprile 2009 / Speciale
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

I Premi 2009 del Circolo della Stampa

Nella consueta atmosfera di calorosa partecipazione, si è tenuta il 2 aprile, a Palazzo Montani Antaldi, la cerimonia di conferimento del Premio 2009 del Circolo della Stampa di Pesaro. Come ha ricordato in apertura il presidente del Circolo, Elio Giuliani, cade quest'anno il 45° anniversario del Premio, istituito nel 1964; i riconoscimenti finora assegnati sono stati solo 25 perché la manifestazione ha avuto un lungo periodo di sospensione dal 1968 al 1986.
I palmares sono andati all'Associazione di volontariato “La Città della Gioia” (presidente Francesco Fabbri), al pittore Oscar Piattella, alla Società Robur Pallavolo (presidente Sandro Sardella), all'industriale Valter Scavolini. Ad ogni proclamazione è seguita la proiezione di un breve filmato sul tema: le intense testimonianze dei volontari Giampaolo Capozzi e Stefano Gennari; i colori saturi di luce dell'artista di Cantiano; il volo delle colibrì sulle note di “La storia siamo noi” di Francesco De Gregori; la commozione del giovane Valter nel tripudio del primo scudetto.
Le relative “laudazioni” sono state tenute da Elisabetta Ferri, Gianni D'Elia (che ha anche consegnato ai presenti il testo autografo della sua poesia), Giacomo Mariotti e Franco Bertini. I premi sono stati consegnati: alla “Città della Gioia” da Vincenzo, originario di Roma, che è stato più volte ospite della struttura, finendo per diventare amico di tutti; a Piattella dallo scultore Giuliano Vangi; alla Robur (carica di Coppe… tranne una) dall'ex nazionale di volley, e ora bella telecronista, Consuelo Mangifesta; a Valter Scavolini, stretto in un abbraccio tentacolare da tre degli eroi (un po' attempati) del primo scudetto: Magnifico, Costa e Zampolini. Ha completato la festa della Robur la presenza in sala delle splendide colibrì, campionesse d'Italia in carica e già proiettate verso i nuovi play-off dopo una trionfale regular season.
Infine il distintivo d'oro del Circolo della Stampa è stato consegnato ad Alberto Angelucci (direttore de “Lo Specchio della città”) da Vittoria Albini Ricciòli, moglie di Paolo: alla cui memoria è ora intitolato questo particolare riconoscimento.
A conclusione dell'evento sono echeggiate le note di “Nessun dorma!”, nel video registrato da Luciano Pavarotti in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria nel 1986. E' ormai diventato di fatto l'inno ufficiale della manifestazione.

Francesco Fabbri: “La Città della Gioia”
Per essere riuscito a diventare una delle sicure maglie della rete solidale del territorio.
Il dono dei volontari
Il premio del Circolo della Stampa consegnato oggi a “La città della gioia” giunge in un momento fortemente simbolico per l'associazione pesarese. Quest'anno, infatti, ricorrono i 10 anni dalla fondazione e fra poche settimane verrà inaugurata la nuova struttura “Casa Mariolina”, che raddoppierà il numero dei posti per gli ospiti. Persone speciali, quelle seguite dai circa 70 volontari (quasi tutti fra i 20 e i 35 anni), persone che vivono in strada per scelta o per necessità, persone spesso senza una famiglia, o di cui nessuno si occupa più, che hanno perso il binario della vita e che alla casa “Benvenuto fratello” hanno trovato in questi anni non solo un letto per dormire, un piatto caldo e abiti puliti ma anche calore, fiducia, comprensione, solidarietà. Questo progetto, che ha resistito al tempo e anche ad una piccola crisi che fece chiudere i battenti della casa per un anno, ci allontana dal luogo comune che vede ingiustamente i giovani al centro delle cronache solo per i danni che combinano. Esiste una larga fetta della popolazione giovanile che si spende nel volontariato, che fa della gratuità un valore prezioso a cui dedicare il proprio tempo, nella società frenetica di oggi diventato sicuramente il bene più prezioso da regalare agli altri.

Elisabetta Ferri

Oscar Piattella
Per essere ormai da anni dal suo antro dell'entroterra artefice e creatore di luminosa pittura.
En plein air
(A Oscar Piattella)
Tu cogli d'ogni cosa la sua luce,
che spesso parve riarsa e ultima voce,
come il pittore nelle cose schiude
l'anima del colore, che la cuoce.

E più di tutti l'oro, che racchiude
la polvere e l'azzurro che sta in croce,
le lamelle e pagliuzze della luce
del sole nelle ciglia e nelle cose.

Non tanto sulle cose, ma da loro,
come il sasso arrotonda le sue pose,
spingi lo sguardo all'orlo tutto d'oro
che sta dove la notte ha la sua foce.

Cogliamo per le strade tutto il coro
di ciò che non s'assorbe e dà colore,
e nella luce resistente a loro
qui rivolgiamo il quadro e il nostro cuore,
come il ragazzo il cavalletto al sole.

Gianni D'Elia

Sandro Sardella: Robur Pallavolo
Per essere la solida radice storica dalla quale è oggi fiorita la grande saga del volley femminile.
La vie en rose
Se ce l'ha fatta la Robursport, ce la possono fare tutti. Per decollare verso l'iperspazio del grande volley non servono altro che passione, progettualità e concretezza per scalare, a mani nude, tutte le asperità che possano presentarsi lungo un cammino così difficile.

Tre presidenti in quarantadue anni: il fondatore Romolo Mencoboni e i duumviri Alberico Miniucchi e Sandro Sardella, che si sono palleggiati l'incarico di presidente nell'ultimo ventennio. Nasce proprio qui, da questa sorta di fortissima continuità storica tra il passato e il presente, il carattere speciale, quasi unico, di un sodalizio che ha saputo combinare lo spirito alla 'pane e salame', all'insegna del quale i contratti si siglano prima di tutto con una stretta di mano, ad una progressiva professionalizzazione di tutto lo staff dirigenziale; il che ha consentito colpi a sensazione come l'aver scritturato come niente fosse allenatori campioni olimpici come Zé Roberto o atlete punti di forza delle nazionali di ogni Paese. Oppure ancora, e non da ultimo, aver meritato la fiducia di un personaggio di caratura internazionale, sia dal punto di vista imprenditoriale che da quello sportivo come Valter Scavolini. "Non dobbiamo vincere, vogliamo vincere", era uno degli slogan della scorsa stagione. Pare un gioco di parole, e invece no: c'è dietro un mondo di differenza.

Giacomo Mariotti

Valter Scavolini
Per essere concreto e raro esempio di costante e illuminata simbiosi fra imprenditoria e attenzione alla vita della città.
Scavolini c'è
C'è un paradosso in questa cerimonia: questo premio del Circolo della Stampa non aggiunge nulla alla figura di Valter Scavolini, ma la figura di Valter Scavolini non poteva fare a meno di questo premio che - per sua intima natura e pur nel suo piccolo - è uno scandaglio che vuole individuare proprio persone e soggetti i quali lasciano tracce e segni significativi nella vita della città e del territorio. E allora, con questa premessa, la domanda, del tutto retorica, non poteva che essere: chi premiare se non Valter Scavolini? Già, allora chi se non lui, di cui prosaicamente e sommariamente basterebbe dire che andrebbe premiato solo perché, per la città e per la comunità, ha operato e ha fatto ciò che altri non fecero. Continua ad esserci del paradosso in questa cerimonia. Perché per rendersi ben conto dello stato delle cose, sarebbe bene rovesciare l'ottica di osservazione: premiare Scavolini non elencando tutto quello che ha fatto nello sport col basket e altro, nella cultura col Rof e nella vita cittadina con interventi continui e illuminati, ma provando a pensare come sarebbe oggi questa città e dintorni se lui non lo avesse fatto. Immaginatevi velocemente Pesaro “ante Valter Scavolini natum” e, comunque la pensiate, non potrete che dirvi subito: meno male che lui c'è. Meno male che Valter Scavolini c'è.

Franco Bertini

Tutti i premiati del Circolo della Stampa (1964-2009)

1964
Alberto Castelbarco Albani
Paolo Gennari
Giuseppe Montagna

1965
Giovanni Benelli
Renato Fastigi
Francesco Tedeschi

1966
Alessandro Gallucci
Ubaldo Bucci
Scevola Mariotti

1967
Fabio Tombari
Don Pietro Damiani
Alcibiade Della Chiara

1968
Nino Caffè
Antonio Conti
Leonida Beluffi

1987
Arnaldo Pomodoro

1988
Don Gianfranco Gaudiano
Gianfranco Mariotti

1991
Anna Giardini
Giancarlo Selci

1992
Bruno Baratti
Don Giorgio Giorgetti
Vittorio Livi

1993
Fondazione Berloni
Fondazione Scavolini

1994
Antonio Brancati
Franco Bucci
Riz Ortolani

1995
Barbara e Roberto Marinucci
Mons. Gaetano Michetti
Giuliano Vangi

1996
Glauco Mauri
Annamaria e Marcello Nardelli
Dorino Serafini

1997
Carlo Bo
Angelo Romani
Marcella Grassani

1998
Piero Guidi
Giancarlo Morbidelli
Alessandro Riminucci

2000
Massimo Ambrosini
Carlo Pagnini e Ivo Scherpiani
Piccole Ancelle del Sacro Cuore di Gesù

2001
Maria Teresa Federici
Franca Mancini
Walter Magnifico

2002
Maria Chiera
Marcella Jannone Molaroni
Guido Lucarelli

2003
Miriam Lazzari
Licia Ratti
Paolo Campanelli
Silvio Grassetti
Eugenio Lazzarini

2004
Grazia Calegari
Arnaldo Ninchi
Enrico Paolini

2005
Filippo Magnini
Mario Melani
Gianfranco Paolucci
Paolo Teobaldi

2006
Umberto Cardinali
Memè Perlini
Michele Provinciali
Alberto Rivalta

2007
Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro
Giuliana Gamba
Giulio Giunta
Walter Valentini

2008
Fondazione Rossini
Eliseo Mattiacci
Simonetta Perfetti
Pica
Mons. Franco Tamburini


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



Elezioni  
  Pubblicità elettorale
<



Speciale  
  I Premi 2009 del Circolo della Stampa
<



TuttoPesaro  
  La sega nella 'città giardino'
<
  Vecchia Pesaro: Il club dei matusa
<
  Il 113 dei sordomuti
<
  L'angolo di Nic
<



TuttoFano  
  Il martirio di Santa Lucia
<
  Lungomare mediterraneo
<
  Fanesi di successo
<
  L'amor artruvat
<



Opinioni e Commenti  
  'Marche Food', il festival dei golosi
<
  Vino e olio all'esame di 'Enohobby'
<
  'Ho fatto bere l'acqua e parlare l'italiano'
<
  L'artigianato protagonista dell'economia del turismo
<



Società  
  L'acqua, un diritto dell'umanità
<
  Il ranocchio
<
  Per Pasqua Edipo ha fatto l'uovo
<
  Voci su Internet: Carabinieri di una volta
<
  La raccolta differenziata
<



Storia  
  Pillole di storia: Pizzamano contro Napoleone
<
  Dalla 'Primavera di Praga' al film su Katyn
<



TuttoSport  
  Volley rosa: vogliamo il secondo scudetto
<
  Scavolini-Spar: e adesso servono i miracoli
<
  Vela, nozze d'argento per la Pesaro-Rovigno
<
  Fano Yacht Festival 2009
<
  A Pesaro i protagonisti del rugby
<



Lettere e Arti  
  Visti da vicino: Paolo Tarcisio Generali
<
  'Spazio Nobili' a Montelabbate
<
  Il Farsetto di Pandolfo III Malatesta
<
  Il Teatro Aenigma per il riscatto sociale
<
  Il teatro va nelle scuole
<
  Musica dal 'Dna'
<
  'In Assenza di Prove' alla Pescheria
<
  I Portali di Paolo da San Lorenzo
<
  A Gradara il grande circo
<
  Questioni di lingua: La cuoca famigerata
<
  Antica cronaca nera, lo stupro di Pierluigi Farnese
<
  Hanno detto
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa