Ricerca nel sito: Parola Esatta
Aprile 2005 / Opinioni e Commenti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Pesaro e Urbino: Guida ospitalità 2005

Giovanni Rondina, Assessore al Turismo della Provincia.

La Guida all'ospitalità 2005 è stata realizzata a gennaio ed è già stata distribuita nelle principali fiere del turismo europee in particolare Bruxelles, Praga, Monaco, Berlino. Verrà inviata anche alle prossime fiere di Parigi, Göteborg, Mosca e Barcellona. E' inoltre molto richiesta dagli utenti che ogni giorno ne chiedono copie attraverso il sito Internet o il numero verde dell'Ufficio Turismo.
La guida, in 4 lingue, è stata stampata in 15 mila copie considerato che l'edizione precedente di 10 mila copie non era riuscita a soddisfare tutte le esigenze.
La realizzazione di questa guida, oltre all'importante funzione di promozione e accoglienza turistica, è l'occasione per analizzare il quadro dell'offerta ricettiva provinciale che è in costante evoluzione e consente di capire le tendenze del mercato turistico ed aprire riflessioni interessanti. Innanzitutto il dato complessivo che è di 759 strutture in tutta la provincia, un dato molto importante sia come valore assoluto sia in relazione al dato 2004 che vede in un solo anno aumentare la capacità ricettiva provinciale di + 41 unità.
“I dati che emergono – evidenzia il vicepresidente e assessore al Turismo della Provincia Giovanni Rondina – confermano il sempre crescente interesse dei turisti non solo verso l'offerta balneare ma verso le tante opportunità proposte dalle aree interne, legate al turismo culturale, naturalistico, enogastronomico e termale, così come alla riscoperta dei piccoli borghi e delle loro tradizioni artigianali e artistiche”.
Interessante è analizzare le variazioni in relazione alle diverse tipologie. Dai dati emerge una contrazione delle strutture alberghiere (- 5 complessivamente) e un forte aumento delle strutture extralberghiere come Agriturismo (+ 16), Bed & Breakfast (+ 18) e Country house (+ 6). Questo è un dato che non può passare inosservato e che ci mostra chiara una tendenza in atto del nostro turismo che sempre più si sta caratterizzando per le sue ricchezze delle aree interne legate alla cultura, alla tradizione rurale all'enogastronomia, all'ambiente.
L'alto incremento dei Bed & Breakfast si registra infatti proprio in quei Comuni che cominciano ad avere una forte domanda turistica e si sono trovati completamenti privi di strutture idonee ad accogliere gli ospiti. Ecco allora che si evidenziano 3 nuovi B&B ad Acqualagna, 2 a Fano, Pergola e Pesaro, 1 a Cagli, Cartoceto, Colbordolo, Monteciccardo, Peglio, Sant'Agata Feltria e Sassocorvaro.
Stesso fenomeno per gli Agriturismo che spuntano nelle aree interne di tutta la provincia: ben 4 nuovi nel Comune di Pesaro, 2 nuovi a Isola del Piano e Urbania, 1 a Fermignano, Mercatino Conca, Mondavio, Pennabilli, Piadimeleto, San Leo, Sant'Agata Feltria.
Una vivacità dunque straordinaria di un territorio che si sta perfettamente attrezzando alle nuove tendenze del turismo che sempre più cerca elementi di tipicità e non massificanti e che quindi ben si trova in un territorio come questo tutto da scoprire e da gustare.
Questo non significa che gli hotel abbiano perso la loro funzione, anzi la presenza di una forte capacità ricettiva che abbiamo sulla costa è la nostra carta vincente per accogliere anche i grandi numeri ma è necessario che anche gli hotel si adeguino, si qualifichino e si mettano in linea con gli standard europei per rimanere competitivi sul mercato.
Va detto che nel dato negativo degli alberghi che si riducono in un anno di 5 unità va letto anche un segno positivo: e cioè quello che chiudono 6 hotel a due stelle e 1 ad una stella mentre aprono un nuovo quattro stelle e un nuovo tre stelle: un buon segnale in favore della tendenza qualitativa.


Illustrato dal vice presidente Giovanni Rondina il piano delle attività ittiche, tutela della fauna e degli habitat naturali

Nuove regole per 6.000 pescatori

Esche, ami e mulinelli sono la passione domenicale (e non solo) di circa 6 mila pescatori sportivi della provincia. Una intensa attività che pullula lungo fiumi e torrenti regolamentata e gestita dall'Amministrazione di Viale Gramsci.
Dove è possibile gettare la canna da pesca, le zone vietate al prelievo, le specie ittiche da tutelare e quelle da ricostituire, le forme di ripopolamento, gli interventi di ingegneria naturalistica, la depurazione biologica, i ripristini ambientali. Tutto questo, e altro ancora, è contenuto nelle “Linee di indirizzo programmatico per il quinquennio 2004-2009 inerenti la gestione, il recupero, la protezione e il monitoraggio delle risorse ambientali e ittiofaunistiche e conseguente valorizzazione della pesca dilettantistica”. Una sorta di “piano regolatore” delle acque interne approvato a maggioranza (An, Forza Italia e Udc si sono astenuti) dal Consiglio provinciale.
Ha illustrato il documento, propedeutico al varo della “Carta ittica”, lo strumento tecnico operativo che la Provincia sta mettendo a punto, il vicepresidente Giovanni Rondina, assessore alla pesca.
“Le linee guida contenute nel piano - ha sottolineato - introducono una nuova filosofia nella gestione del settore ittico dal momento che sono il frutto di un lavoro di programmazione realizzato insieme alle associazioni di pesca sportiva, che hanno avuto un ruolo strategico non solo negli indirizzi della gestione della fauna, ma anche nella salvaguardia dell'ambiente. E il lavoro di squadra ha dato i suoi frutti”.
Un piano pesca tutto giocato sulla tutela della fauna e dell'habitat naturale dove situazioni allarmanti, che “interessano il Cesano e il Marecchia - ha fatto notare Rondina - con problemi legati alla sopravvivenza dell'asta fluviale”, si affiancano alla presenza in altri bacini di numerosi bioindicatori come gamberi e granchi di fiume, crostacei che stanno a testimoniare le buone condizioni di salute del fiume. Rondina ha quindi ricordato gli “ottimi risultati del ripopolamento della trota fario, una specie autoctona, nell'impianto di Cantiano, che ora rifornisce la maggior parte dei fiumi della nostra regione”.


 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



TuttoPesaro  
  San Benedetto, varato il recupero
<
  I primi 123 anni del Conservatorio
<
  Giulio Coli: quel sindaco senza nome
<
  La targa PS –50000
<
  Ivo Scherpiani: Un ann dop
<
  La webcam di Piazza del Popolo
<



TuttoFano  
  Racconto: Quello che conta
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Giustizia e “realpolitik”
<
  Dalmazia: A casa della regina Elena
<
  Le vacanze a Fiume
<
  La cucina in Istria
<
  Pesaro e Urbino: Guida ospitalità 2005
<



Speciale  
  Tartanon pesarese:
un veliero adriatico

<



Scienza  
  Perché non si cade andando in bicicletta?
<



Società  
  Casa per anziani
<
  Il linguaggio dei messaggini
<
  Mali incurabili e fumo passivo
<
  Fumo e paradossi
<



TuttoSport  
  Basket: Questa piccola, grande Scavolini
<
  ColleMar-athon 2005
<
  Vela: La 21^ Pesaro-Rovigno
<
  Colori e simboli delle vele pesaresi
<
  Ciclisti fanesi
<



Consumatori  
  Le due follie
<
  Acu - Informazione fiscale
<
  Il Caso: Il regalo “peloso”
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Sul corpo della Musa
<
  Filippo Terzi, grande architetto del 1500
<
  Le radici di Pesaro sulla viva pietra
<
  Le “nozze d'oro” di Elvidia Ferracuti
<
  Un corso di arte contemporanea
<
  Gradara, capitale del medioevo
<
  Questioni di lingua:
Il balletto degli accenti (2)

<
  Filmetauro: cinema per i giovani
<
  Cinema: Le metamorfosi dello sguardo
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa