Ricerca nel sito: Parola Esatta
Aprile 2005 / Lettere e Arti
  Se si ricerca un testo con apostrofi non settare 'Parola esatta'  
  Home Page
  Aprile 2011
  Marzo 2011
  Febbraio 2011
  Gennaio 2011
  Dicembre 2010
  Novembre 2010
  Ottobre 2010
  Settembre 2010
  Luglio-Agosto 2010
  Giugno 2010
  Maggio 2010
  Aprile 2010
  Marzo 2010
  Febbraio 2010
  Gennaio 2010
  Dicembre 2009
  Novembre 2009
  Ottobre 2009
  Settembre 2009
  Luglio-Agosto 2009
  Giugno 2009
  Maggio 2009
  Aprile 2009
  Marzo 2009
  Febbraio 2009
  Gennaio 2009
  Dicembre 2008
  Novembre 2008
  Ottobre 2008
  Settembre 2008
  Luglio-Agosto 2008
  Giugno 2008
  Maggio 2008
  Aprile 2008
  Marzo 2008
  Febbraio 2008
  Gennaio 2008
  Dicembre 2007
  Novembre 2007
  Ottobre 2007
  Settembre 2007
  Luglio-Agosto 2007
  Giugno 2007
  Maggio 2007
  Aprile 2007
  Marzo 2007
  Febbraio 2007
  Gennaio 2007
  Dicembre 2006
  Novembre 2006
  Ottobre 2006
  Settembre 2006
  Luglio-Agosto 2006
  Giugno 2006
  Maggio 2006
  Aprile 2006
  Marzo 2006
  Febbraio 2006
  Gennaio 2006
  Dicembre 2005
  Novembre 2005
  Ottobre 2005
  Settembre 2005
  Luglio-Agosto 2005
  Giugno 2005
  Maggio 2005
  Aprile 2005
  Marzo 2005
  Febbraio 2005
  Gennaio 2005
  Dicembre 2004
  Novembre 2004
  Ottobre 2004
  Settembre 2004
  Luglio-Agosto 2004
  Giugno 2004
  Maggio 2004
  Aprile 2004
  Marzo 2004
  Febbraio 2004
  Gennaio 2004
  Dicembre 2003
  Novembre 2003
  Ottobre 2003
  Settembre 2003
  Luglio-Agosto 2003
  Giugno 2003
  Maggio 2003
  Aprile 2003
  Marzo 2003
  Febbraio 2003
  Gennaio 2003
  Dicembre 2002
  Novembre 2002
  Ottobre 2002
  Settembre 2002
  Luglio-Agosto 2002
  Giugno 2002
  Maggio 2002
  Aprile 2002
  Marzo 2002
  Febbraio 2002
  Gennaio 2002
  Dicembre 2001
  Novembre 2001
  Ottobre 2001
  Settembre 2001
  Luglio-Agosto 2001
  Giugno 2001
  Maggio 2001
  Aprile 2001
  Marzo 2001
  Febbraio 2001
  Gennaio 2001
  Dicembre 2000
  Novembre 2000
  Ottobre 2000
  Settembre 2000
  Luglio-Agosto 2000
  Giugno 2000
  Maggio 2000
  Aprile 2000
  Marzo 2000
  Febbraio 2000
  Gennaio 2000
  Dicembre 1999
  Novembre 1999
  Ottobre 1999
  Settembre 1999
  Luglio-Agosto 1999
  Giugno 1999
  Maggio 1999
  Aprile 1999
  Marzo 1999
  Febbraio 1999
  Gennaio 1999
  Dicembre 1998
  Novembre 1998
  Ottobre 1998
  Settembre 1998
  Luglio-Agosto 1998
  Giugno 1998
  Maggio 1998
  Aprile 1998
  Marzo 1998
  Febbraio 1998
  Gennaio 1998
  Dicembre 1997
  Novembre 1997
  Settembre-Ottobre 1997
  Luglio-Agosto 1997
  Giugno 1997
  *

Sul corpo della Musa


Pomeriggio erotico-culturale, il 21 marzo, alla Banca Popolare dell'Adriatico di Via Gagarin a Pesaro. Di fronte a un folto pubblico di appassionati, il direttore generale Adriano Maestri ha presentato “Sul corpo della musa”: un'originale rivisitazione artistica e letteraria del corpo femminile attraverso le immagini di quadri famosi (alcuni dei quali di proprietà dell'Istituto) e la lettura dei testi di grandi poeti. L'interpretazione era affidata alle voci recitanti degli attori Lucia Ferrati e Pietro Conversano, accompagnati dall'arpa di Margherita Scafidi: con brani di Chopin, Debussy, Mozart, Mahler e altri celebri compositori.
Foto, poesie e musica hanno così sottolineato ogni particolare anatomico dell'altra metà del cielo, dai capelli ai piedi, con tutte le fermate intermedie: C'è persino un accenno allo scheletro: evocato da una lirica di Tarchetti.
Vi proponiamo una selezione di alcune opere del programma.

Anatomia letteraria

CAPELLI – Charles Baudelaire, L'emisfero dei tuoi capelli
FRONTE – Pedro Salinas, La fronte è più sicura
ORECCHIO – Umberto Saba, Donna
OCCHI – Camillo Sbarbaro, Magra dagli occhi lustri
GUANCIA – Arthur Rimbaud, La maliziosa
BOCCA – Costantinos Kavafis, Una notte
DENTI – Vincenzo Cardarelli, Ritratto
COLLO – Hermann Hesse, Notturno
SCHIENA – Charles Bukowski, Donna che dorme
SENO – Federico Garcìa Lorca, Ansia Mortale
BRACCIA – André Breton, Accarezzo tutto ciò che è stato te
MANI – Gabriele D'Annunzio, Le mani
OMBELICO – Edoardo Sanguineti, Sonetto
INGUINE – Alda Merini, Gli inguini
SESSO – Giovanni Pascoli, Il gelsomino notturno
NATICHE – Gabriele D'Annunzio, Ad Lunae Sororem
GAMBE – Paul Verlaine, Odi in suo onore VIII
PIEDI – Dino Campana, Furibondo
SCHELETRO – Igino Ugo Tarchetti, Memento!
IL CORPO DELLA MUSA – Edoardo Sanguineti, Radiosonetto


Garcia Lorca
Ansia mortale (seno)

Chi potrebbe non cantare
I seni di una donna?
In essi giace, occulto
il mistero ancestrale ed infinito.
Quei pomi, son le pietre impetuose del peccato.
Eva sentì sui seni la bocca di Adamo.
Giulietta provò con piacere
I brividi delle mani di Romeo.
Leda ebbe su di essi il becco del cigno Giove.
Cleopatra trasalì sotto la viscida carezza dell'aspide.
E Margherita morì tra i loro spasimi sotto le bocche tisiche.
Celano, i seni, l'anima femminile.
Sono il latte bianco e caldo
che scorre nelle gole degli angeli.
Nei loro arcani di sentieri azzurri
giacciono il nostro sangue ed il pensiero.
Strumenti di piacere e di dolore,
causano deliqui e lacrime,
desiderio e timore,
passione e adorazione.
Sono la fidanzata e la madre,
l'oblio e il ricordo.
Non so se l'anima mia
Resisterebbe alla delizia
di reclinare il capo sui tuoi seni.
Seni di chimera.
D'acqua, di rosa,
di madreperla e miele,
di grano, di viola e di rubino,
di cuore, di nube,
di neve e d'aria estiva.
Delizia suprema
Piegarmi su di essi
E al suono d'alcun suono
essere tutto ed essere più nulla.
Come il filosofo dell'oscurità.
 
Edoardo Sanguineti Sonetto. (ombelico)

che circo cieco il tuo mare, e che mare
da cantautori è il tuo ombelico, e che ombelico
è la tua peste di pasta,
sarà il tuo schizzo sempre che mi guasta
e mi rovescio
nel fumo e nel niente
mi rovescio
in fondo finalmente
mi rovescio, inchiostro
sotto il polo di pelo del tuo addome...
 
Alda Merini
Gli inguini sono la forza dell'anima (inguine)

Gli inguini sono la forza dell'anima,
tacita, scura,
un germoglio di foglie
da cui esce il seme del vivere.
Gli inguini sono tormento,
sono poesia e paranoia,
delirio di uomini.
Perdersi nella giungla dei sensi,
asfaltare l'anima di veleno,
ma dagli inguini può germogliare Dio
e Sant'Agostino e Abelardo,
allora il miscuglio delle voci
scenderà fino alle nostre carni
a strapparci il gemito oscuro
delle nascite ultraterrestri.


Gabriele D'Annunzio
Ad Lunae Sororem (natiche)

Forma che così dolce t'arrotondi
Dove s'inserta l'arco delle reni
se, vincendo in tua copia tutti i seni,
nella mia man che ti ricerca abbondi,

e ti parti, anche duplice, in due mondi,
ove il Peccato i suoi più rari beni
chiuder volle per me, come in terreni
paradisi, e i misteri più profondi;

o tu, candida mole che sul vivo
perno ondeggi levata in alti cieli
ove la voluttà suoi nembi aduna,

risplendi or qui come nel marmo argivo
s'io t'invoco presente, fuor de' veli,
o carnale sorella della Luna!


 


 
 
 
 
FattiNostri  
  Lotto
<
  Redazione
<
  Hanno collaborato a questo numero
<
  Profilo degli autori di questo numero
<
  Come si collabora
<
  Dove si trova
<



TuttoPesaro  
  San Benedetto, varato il recupero
<
  I primi 123 anni del Conservatorio
<
  Giulio Coli: quel sindaco senza nome
<
  La targa PS –50000
<
  Ivo Scherpiani: Un ann dop
<
  La webcam di Piazza del Popolo
<



TuttoFano  
  Racconto: Quello che conta
<



Opinioni e Commenti  
  Hanno detto
<
  Giustizia e “realpolitik”
<
  Dalmazia: A casa della regina Elena
<
  Le vacanze a Fiume
<
  La cucina in Istria
<
  Pesaro e Urbino: Guida ospitalità 2005
<



Speciale  
  Tartanon pesarese:
un veliero adriatico

<



Scienza  
  Perché non si cade andando in bicicletta?
<



Società  
  Casa per anziani
<
  Il linguaggio dei messaggini
<
  Mali incurabili e fumo passivo
<
  Fumo e paradossi
<



TuttoSport  
  Basket: Questa piccola, grande Scavolini
<
  ColleMar-athon 2005
<
  Vela: La 21^ Pesaro-Rovigno
<
  Colori e simboli delle vele pesaresi
<
  Ciclisti fanesi
<



Consumatori  
  Le due follie
<
  Acu - Informazione fiscale
<
  Il Caso: Il regalo “peloso”
<
  Banche e Assicurazioni
<
  Brevi
<



Lettere e Arti  
  Sul corpo della Musa
<
  Filippo Terzi, grande architetto del 1500
<
  Le radici di Pesaro sulla viva pietra
<
  Le “nozze d'oro” di Elvidia Ferracuti
<
  Un corso di arte contemporanea
<
  Gradara, capitale del medioevo
<
  Questioni di lingua:
Il balletto degli accenti (2)

<
  Filmetauro: cinema per i giovani
<
  Cinema: Le metamorfosi dello sguardo
<
  Segnalazioni editoriali
<



 
 
 
 

Lo Specchio della Città - periodico per la Provincia di Pesaro e Urbino - Redazione: tel. 0721/67511 - fax.0721/30668 - E-mail:info@lospecchiodellacitta.it

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa